Home I lettori ci scrivono Ecco cosa ha firmato Mattarella…

Ecco cosa ha firmato Mattarella…

CONDIVIDI

Ecco la riflessione di un gruppo di insegnanti che hanno analizzato alcuni aspetti.

LO SAI… Come cambierà il tuo futuro e il futuro dei tuoi figli con il DdL ‘Buona Scuola’?

Icotea
 
Lo sai che già le famiglie pagano attraverso le tasse il costo della scuola pubblica? questa dovrebbe essere garantita a tutti, dovrebbe essere uguale per tutti, accessibile a tutti, sicura sia dal punto di vista dell’igiene che da quello dell’edilizia.
 
Lo sai che la buona scuola è un progetto inventato dall’associazione treelle che è gestita da confindustria? dunque non insegnanti, non famiglie e studenti, non gente di cultura relativa all’educazione ha scritto il ddl la buona scuola ma confindustria! sei in accordo con uesto? che tipo di educazione riceverà tuo figlio? diventerà un cittadino o unicamente un lavoratore abituato ad essere sfruttato ed a guadagnare (come per i tirocinanti) 500 euro al mese per sempre? in realtà è la continuazione del jobs act (che elimina le tutele dell’art. 18, quindi cancella i diritti di tutti i lavoratori).
 
Lo sai che il governo si è lasciato il potere di decidere con circa 12 deleghe in bianco sul futuro di tuo figlio? le deleghe in bianco sono incostituzionali (violano l’art. 76 della costituzione italiana: la delega al governo non può essere mai in bianco, il governo è vincolato a chiarire tutte le sue intenzioni… cosa che non sta facendo con la buona scuola, anzi non si mostra aperto al dialogo e sta imponendo tempi strettissimi per la discussione parlamentare, giocando con i voti della fiducia); il governo si riserva quindi di potere decidere: sui programmi, sulle argomentazioni, sugli orari, sulle attività, sulle gite d’istruzione da proporre ai ragazzi, sugli stipendi dei docenti e sul loro contratto nazionale del lavoro…e se il governo decidesse di rendere i ragazzi schiavi delle industrie così come sta facendo adesso? e se salisse al governo qualcuno con idee non democratiche? che tipologie di studio farà compiere agli studenti? mentre renzi afferma che questo ddl serve a rafforzare l’autonomia scolastica nella realtà la limita fino a distruggerla. in questo modo confindustria ed i capi delle aziende territoriali potranno condizionare i programmi e l’offerta formativa proposta a tuo figlio.
 
Lo sai che già adesso puoi partecipare alla vita scolastica dei tuoi figli grazie al patto di corresponsabilità educativa (dpr. 235/2007) indipendentemente dal tuo reddito familiare? non occorre introdurre altre tipologie di partecipazione alla vita scolastica. con il ddl le famiglie ricche potranno dettare legge in una scuola e decidere anche dei mancati rinnovi dei contratti ai docenti attraverso il non assicurato trasparente agire del dirigente scolastico (che puo’ ricevere fino a 100.000,00 € di finanziamento privato)? inoltre con le deleghe in bianco e con la distruzione del collegio docenti, del consiglio d’istituto e quello di classe la possibilità che hai di partecipare attivamente all’organizzazione scuola sparirebbe!
 
Lo sai che con il ddl la buona scuola il governo scaricherà sugli studenti e sui genitori la responsabilità di licenziare o assumere un docente attraverso il sistema di valutazione che propone? perché dobbiamo riversare sui minorenni queste responsabilità? in realtà è uno specchietto per le allodole poiché ciò viene pubblicizzato come la possibilità delle famiglie di partecipare all’educazione dei propri figli, peccato che già adesso con il patto di corresponsabilità educativa tu puoi partecipare attivamente al mondo scuola e puoi già confrontarti, con chi di competenza, per ad esempio suggerire percorsi o denunciare qualsiasi abuso che tuo figlio potrebbe subire. ricordiamo inoltre che già adesso il dirigente scolastico ha la possibilità di allontanare dal proprio istituto una persona che risulta poco consona al lavoro educante. se il docente viene valutato dagli alunni, dai genitori e dai colleghi come potrà avere la libertà di mettere una nota? un voto basso? di denunciare atti di bullismo in classe o violenze subite dai minori? come potrà fare presente al dirigente che un collega ha un cattivo comportamento in classe? in che modo la sicurezza dei minori è tutelata? in che modo viene garantita la tanto decantata meritocrazia se il docente è costretto a mettere la sufficienza al bullo che molesta gli altri in classe? che messaggio passa? che non importa l’istruzione ma la giusta conoscenza? sembra più un’affermazione clientelistica che meritocratica.
 
Lo sai che con la chiamata diretta il dirigente potrebbe scegliere per tuo figlio un insegnante (magari parente, amico o conoscente) che non ha mai fatto un giorno di scuola rispetto ad un docente abilitato e con esperienza? che tipo di istruzione dovrà ricevere tuo figlio se il dirigente potrebbe non ritenere importanti gli studi, le abilitazioni conseguite dal corpo docente e potrebbe infischiarsene dall’esperienza maturata sul campo dall’insegnante?
 
Lo sai che nella buona scuola il consiglio di classe ed il consiglio d’istituto non vengono ritenuti importanti? ricordiamo a tutti che il consiglio d’istituto è l’assemblea alla quale possono accedere i rappresentanti dei genitori e quelli degli studenti. con le deleghe in bianco questo verrebbe a mancare. sei ancora convinto che avrai davvero l’opportunità di partecipare alla vita scolastica dei tuoi figli?
 
Lo sai che il collegio docenti sarà sostituito con un consiglio di amministrazione? il collegio docenti è l’organo più importante per la scuola, con il sistema della votazione il collegio decide sul piano di offerta formativa da proporre alle famiglie, sarà sostituito da un consiglio di amministrazione che non avrà come scopo l’educazione del ragazzo ma quello di far quadrare i conti in modo che la scuola risulti, magari, più prestigiosa di un’altra.
 
Lo sai che questo governo ha affermato che: “le risorse pubbliche non saranno mai sufficienti a colmare le esigenze di investimenti nella nostra scuola”? ciò vuol dire che questo governo non si sta impegnando per migliorare i servizi della scuola pubblica ma sta cercando di scaricare sulle famiglie la maggior parte dei costi. come fa? semplice! istigando i genitori ad iscrivere i propri figli alle scuole private. ora leggiamo qualche dato: 1) la scuola pubblica costa in media ad una famiglia 1.500 euro l’anno, la scuola privata ne costa minimo 2.500. renzi ha affermato che darà ad ogni studente un bonus di 400 euro l’anno ma… se la scuola pubblica ne costa 1.500 e la scuola privata minimo 2.500 e a questa sottraiamo le 400 euro di bonus, ne restano da pagare 600,00 in più rispetto a quella pubblica! 2) un altro dato interessante da sapere è che il governo risparmia con e scuole private 6 miliardi di euro l’anno… peccato che questi soldi vengono pagati dalle famiglie degli iscritti… e tu puoi assicurare ai tuoi figli un’istruzione così costosa? vuoi davvero permettere al governo di togliere ai tuoi figli il diritto allo studio ed a te il diritto al mantenimento dignitoso della tua famiglia? 3) con la buona scuola 530 milioni di euro saranno sottratti alla scuola pubblica e saranno destinati a quella privata. 4) sai che una proposta di questo disegno di legge suggerisce di utilizzare il 5 x 1.000 delle famiglie per incrementare nuovamente le scuole private? ciò sembra più il gioco delle 3 carte, se una famiglia iscriverà il proprio figlio ad una scuola pubblica continuerà a pagare le tasse e ad usufruire di un servizio scadente e a rischio di crolli, le famiglie che iscriveranno i propri figli alle scuole private pagheranno 3 volte un servizio non garantito dallo stato: queste continueranno pagare attraverso la contribuzione generale, pagheranno le rette mensili e dovranno investire il loro 5 x 1.000 all’interno degli stessi istituti (che ricordiamo godono rispetto alle pubbliche di molti sgravi fiscali).
 
Lo sai che mentre renzi afferma che non ci saranno tagli, nel ddl la buona scuola sono previsti dal 2015 al 2017 tagli alla scuola pubblica per 551 milioni di euro? e se poi una scuola crolla? e se alla mensa scolastica i nostri figli sono costretti a mangiare cibo condiviso con i topi?

Lo sai che la buona scuola taglia le borse di studio ai tuoi figli?

Lo sai che la buona scuola taglierà 2.000 posti del personale ata? il personale ata è l’equipe presente a scuola che permette di garantire sicurezza, servizi, igiene… e con 2/3 bidelli a scuola, in caso di terremoto o incendio, come potranno garantire l’incolumità a circa 1.000 studenti? e l’igiene?

Lo sai che la buona scuola non parla dei ragazzi dsa? i ragazzi dsa sono i dislessici, i disgrafici, discalculici, ecc.. sono disturbi molto diffusi e anche tuo figlio potrebbe soffrirne, se ciò accadesse vorresti che fosse scartato dal mondo della scuola e del lavoro?

Lo sai che la buona scuola non parla dei ragazzi bes? i ragazzi bes sono ragazzi che non vivono serenamente l’adolescenza e che dunque hanno bisogni educativi speciali, i ragazzi bes possono essere quei ragazzi che soffrono a causa della separazione dei genitori, a causa di un lutto, perché hanno subito violenze fisiche e psicologiche, perché non conoscono la lingua italiana …e se ciò capitasse a tuo figlio? vorresti che fosse abbandonato a se stesso?

Lo sai che è previsto un ulteriore forte taglio alle ore di sostegno?

Lo sai che sono previsti tagli anche allo stesso personale di sostegno?

Lo sai che il piano di assunzione triennale degli insegnanti non porterà continuità didattica per i tuoi figli?

Lo sai che con il ddl la buona scuola un insegnante potrà insegnare una materia per la quale non ha né abilitazione né esperienza? davvero vuoi che tuo figlio riceva un’educazione così scarsa e frammentaria? non è un suo diritto l’istruzione?

Lo sai che questo ddl continua a proporre l’invalsi come strumento di valutazione? mentre il resto del mondo sta abbandonando queste tipologie di valutazione l’italia cerca di farle proprie… l’invalsi valuta gli studenti con metodologie non adeguate allo sviluppo reale dei ragazzi ma con questi test il ministero guadagna molti soldi.

Lo sai che nel ddl la buona scuola l’infanzia non viene presa in considerazione? ancora una volta viene scartata dal mondo della scuola ed affiancata a quello dei servizi.

Lo sai che non verranno eliminate le classi numerose?

Lo sai che la buona scuola parla di incremento della digitalizzazione ma a carico delle famiglie? in italia e’ stimato che il 38,3% delle famiglie non puo’ permettersi un accesso ad internet… quindi scuola uguale per chi? sempre e solo per le classi più’ agiate.

Lo sai che verranno tagliate ore di scuola e di laboratorio in favore dell’alternanza scuola-lavoro? l’alternanza scuola lavoro (dal 35 al 40% del monte ore scolastico) permetterà l’unione tra territorio ed istruzione… quindi i ragazzi che frequenteranno gli istituti tecnici lavoreranno gratuitamente per le aziende territoriali 400 ore l’anno, i liceali 200 ore nel triennio. poiché il governo ha deciso che le scuole dovranno reperire soldi non dallo stato ma dal territorio, è stato loro suggerito di mandare (come forza lavoro a basso costo) gli studenti a lavorare nelle aziende, queste pagheranno le relative scuole di provenienza ed in più eviteranno di assumere personale qualificato, al quale dovrebbero pagare almeno il minimo sindacale (i tirocini universitari e la futura alternanza scuola-lavoro sono o gratuiti o retribuiti circa 1,20 euro l’ora). l’alternanza scuola lavoro (oltre a sembrare un vero e proprio sfruttamento del lavoro del minore) priva lo studente di vari diritti: diritto al solo studio, diritto ad essere valutato unicamente per il percorso scolastico, diritto ad essere valutato con crediti formativi extrascolastici unicamente per l’esame di stato (diritti previsti dalla costituzione).

Lo sai che con l’alternanza scuola lavoro ci saranno scuole di serie a (per chi abita nei centri urbani industrializzati o per chi potrà frequentare le scuole private) e scuole di serie b (per chi abita in periferia, in centri poco indistrializzati o per chi non può permettersi l’esagerata retta della scuola privata)? quindi uno studente che si diploma in periferia (ed avrà fatto un’alternanza scuola-lavoro diversa da uno studente di provincia) non potrà avere un curriculum spendibile in tutta italia ma soltanto nel suo territorio e in un settore specifico. ciò viola il diritto dello studente a ricevere un’educazione uguale per tutti ed in tutto il territorio. se non vivi in condizioni economiche agiate, se non vivi in città ricche di aziende, con questo ddl tuo figlio non potrà migliorare la sua vita, sarà destinato a divenire un lavoratore silenzioso e non avrà l’opportunità di essere un cittadino libero nel pensiero e nell’azione.

Lo sai che quindi la buona scuola viola i seguenti diritti: art. 2/ art. 3/ art. 33/ art. 41/ art. 76/ art. 97 della costituzione italiana?

 

di Giusi Caminiti, Stefania Fortino, Loretta Semprucci, Nello Lamberti, Mariapia Spadaro Dutturi, Daniela Spadini (Docenti Autogestiti Prato)