Home Archivio storico 1998-2013 Notizie dalle Regioni Edilizia scolastica, il Piemonte stanzia 43 milioni di euro

Edilizia scolastica, il Piemonte stanzia 43 milioni di euro

CONDIVIDI
  • GUERINI

Il Piemonte ha varato un sostanzioso Piano straordinario per l’edilizia scolastica della Regione: si tratta di quarantatré milioni di euro che entro il 2014 finanzieranno circa 200 i progetti sostenuti per la costruzione di nuove scuole o interventi straordinari sul patrimonio già esistente. Tra le priorità del piano, presentato il 20 giugno a Torino, ci sarà anche al messa in sicurezza sismica degli edifici.
Una prima fase del Piano è già partita nei giorni scorsi con l’assegnazione di 12,7 milioni di euro per 59 progetti su tutto il territorio regionale: 5 nell’Alessandrino per oltre 981mila euro, 4 nell’Astigiano per 800mila euro, 5 nel Biellese per oltre 1,2 milioni di euro, 14 nel Cuneese per 3,9 milioni di euro, 5 nel Novarese per oltre 760mila euro, 18 sul territorio di Torino per 3,8 milioni di euro, 4 nel Vercellese per 552mila euro e 4 nel Verbano-Cusio-Ossola per 540mila euro.
Di questi 3,5 milioni di euro riguardano 7 nuove costruzioni in diverse provincie. I beneficiari avranno circa un anno e mezzo di tempo per iniziare i lavori e quattro (prorogabili a cinque) per finirli.
Il 30% del contributo verrà erogato a inizio lavori, un altro 30% a circa un terzo di avanzamento dei lavori, 30% a fine cantiere e il saldo a struttura collaudata e funzionante. Entro giugno partirà, invece, il nuovo bando da 30 milioni di euro e il termine ultimo per presentare le domande e’ il 6 settembre.

Nei prossimi giorni partirà un sollecito formale a tutti gli enti locali per fornire alla Regione dati sulla sicurezza degli edifici scolastici dal punto di vista sismico – ha annunciato il presidente della Regione, Roberto Cota – Informazioni che potranno essere facilmente trasmesse on line, attraverso delle schede che abbiamo appositamente predisposto. Entro fine anno avremo così una fotografia chiara che ci permetterà di valutare gli interventi necessari per garantire la sicurezza nelle nostre scuole” ha concluso il governatore piemontese.