Home Archivio storico 1998-2013 Generico Enam: soggiorni estivi

Enam: soggiorni estivi

CONDIVIDI
  • GUERINI

Si trova sul sito internet www.enamonline.it (cliccabile da "Ulteriori approfondimenti") il bando con cui l’Enam (Ente nazionale assistenza magistrale) ha reso noto quali sono le case di soggiorno e le strutture convenzionate nell’ambito dell’attività estiva rivolta agli iscritti in servizio o in quiescenza e ai seguenti loro familiari: coniuge non legalmente separato e convivente dell’iscritto/a; figli celibi o nubili, legittimi, legittimati, naturali, legalmente riconosciuti, adottivi, affidati ed orfani (gli orfani minorenni o inabili potranno essere accompagnati dal genitore superstite), purché fiscalmente a carico; genitori, se conviventi e fiscalmente a carico; sorelle o fratelli maggiorenni permanentemente inabili al lavoro purché conviventi e fiscalmente a carico; vedovi o vedove di iscritti non risposati che godono della pensione di reversibilità e siano sprovvisti di reddito di lavoro (cioè che al momento del decesso erano a carico dell’iscritto).
Per l’accesso alla prestazione, la graduatoria viene stilata con esclusivo riferimento al richiedente. In una tabella del bando sono indicati i punteggi assegnabili.
Il bando di concorso riporta anche il calendario dei turni per i soggiorni estivi. Non è ammessa per i turni di luglio ed agosto la presentazione della domanda per coloro i quali hanno fruito del soggiorno negli stessi mesi dello scorso anno.
Vengono determinate quattro fasce con criteri che tengono conto del reddito del nucleo familiare, del numero delle persone fiscalmente a carico, delle condizioni abitative e delle proprietà del nucleo familiare, delle condizioni soggettive. In base a queste fasce, la quota giornaliera del soggiorno, per ciascuna persona, è così determinata: prima fascia 15 euro; seconda fascia 19 euro; terza fascia 23 euro; quarta fascia 27 euro. Coniugi conviventi non a carico e vedovi non a carico accompagnatori degli orfani degli iscritti: 39 euro. Per i bambini fino a 3 anni il soggiorno è gratuito. Per i bambini da 3 a 12 anni si applica il 50% della quota dell’iscritto. L’età è determinata al 1° giugno 2004. Per alcuni turni di soggiorno è prevista una riduzione del 10% della quota.
Le case di soggiorno Enam sono a Fano (PS), Farra di Soligo (TV), Fiuggi (FR), Lorica (CS), San Cristoforo al Lago (TN), Silvi Marina (TE). Le strutture alberghiere convenzionate, invece, si trovano a Brolo (ME), Castro Marina (LE), Chianciano (SI), Paestum (SA). In ciascuna delle case, le stanze singole saranno assegnate in base alla graduatoria generale; in mancanza di disponibilità, la sistemazione dei single avverrà in camera doppia.
Le domande, redatte sugli appositi modelli allegati al bando ed in distribuzione anche presso i Comitati Provinciali dell’Enam, dovranno essere compilate in ogni loro parte, specificando una sola casa ed un unico turno prescelti. Gli iscritti in servizio, inoltre, dovranno indicare l’appartenenza ai ruoli della scuola materna, della scuola elementare, dei direttori didattici, nonché la decorrenza della nomina in ruolo, mentre gli iscritti in quiescenza dovranno indicare l’inizio della quiescenza da cui risultino gli anni di servizio di ruolo prestati.

Nel bando sono anche segnalati quali eventuali certificati o dichiarazioni a corredo della domanda devono essere presentati (l’Ente si riserva la facoltà di controlli sulla veridicità delle dichiarazioni rese) nonché quali sono le modalità di pagamento e di richiesta di rimborsi in caso di rinunce o di interruzione del soggiorno (qualora l’iscritto richiedente rinunci al soggiorno, i familiari non potranno essere ammessi).
Le istanze devono essere inviate entro il 10 febbraio 2004 (fa fede il timbro postale di spedizione) alla Sede Centrale dell’E.N.A.M. – Assistenza Climatico Termale – V.le di Trastevere, 231 – 00153 Roma (dove, una volta stilate, saranno disponibili le graduatorie).