Home Archivio storico 1998-2013 Generico Ente locale, scuola e riforma: gestire il cambiamento

Ente locale, scuola e riforma: gestire il cambiamento

CONDIVIDI
  • Credion


Il Comune di Verona, in collaborazione con il Collegio dei dirigenti scolastici, affronta la dinamica dei rapporti tra Amministrazioni locali e istituzioni scolastiche, avviata già lo scorso anno nell’ambito del convegno sul decreto legislativo 112/98.
Il 9 e il 10 gennaio 2004, presso la Gran Guardia, si affronteranno i temi della riforma della scuola prevista dalla legge 53/2003.
Il convegno è organizzato in un periodo che precede le iscrizioni degli alunni alla scuola dell’infanzia, elementare e media. Scadenze importanti che impegnano le scuole nella proposta del piano dell’offerta formativa agli studenti e alle famiglie e coinvolgono le Amministrazioni nella programmazione dei progetti, dei supporti e dei servizi.
La legge 53/2003 "alleggerisce" il ruolo del governo centrale nel settore dell’istruzione, ponendo in rilievo i compiti degli enti locali e delle istituzioni scolastiche autonome.
Come? In che modo?
Sono interrogativi importanti, che toccano da vicino la vita quotidiana delle famiglie: l’organizzazione della scuola dell’infanzia (materna), il tempo pieno nella scuola primaria (elementare), la nuova struttura della scuola secondaria di primo grado (media).
L’attesa dell’approvazione del decreto legislativo previsto dalla legge 53 rende questo incontro ancora più attuale.

La riforma partirà effettivamente nell’anno scolastico 2004/2005 coinvolgendo tutti e tre i gradi di scuola o ci sarà una proroga ulteriore?
Il convegno in questione cercherà di dare risposta a questi interrogativi.