Home Alunni Esame di stato: si preparano i tormentoni, tra test e pronostici

Esame di stato: si preparano i tormentoni, tra test e pronostici

CONDIVIDI
  • Credion

Studenti.it, tra i siti più visualizzati dagli studenti, ha iniziato a sondare i ragazzi che a giugno saranno impegnati con l’esame di stato. E siccome con la conclusione degli studi si apre pure una  nuova via al futuro, è naturale che nascano ansie di “prestazione”, dubbi sulla preparazione, incertezze e sensi di colpa per non avere fatto del tutto il proprio dovere nel corso degli anni. In più gli studenti avvertono gli sami come una sorta di “processo”, non kafkiano, sul loro operato complessivo, un resoconto globale della preparazione con relativo giudizio e valutazione,  mentre trovarsi per la prima volta al cospetto dello Stato e delle Istituzione, nelle persone dei commissari esterni  che vogliono il resoconto di tutta la loro vita scolastica, mette loro, oltre a rispettosa agitazione, paure antiche che l’autorità, già per se stessa, incute. 

Ed ecco allora una raffica di test che il sito mette online al fine di far conoscere meglio se stessi (conosci te stesso?), in modo che, all’atto degli esami, e se il ricordo del test stesso amasse di essere ricordato, ci si possa meglio aggrappare a quella parte di conoscenza di se medesimo che magari è la zona migliore.

Icotea

In altre parole, dice Studenti.it: sei pronto ad affrontare gli esami? Sai in effetti quanto vali? Eccoti dei quiz (come se non bastassero già quelli della Terza prova scritta agli esami) per saperti regolare sule tue doti. E se ti mancano quelle necessarie per superare brillantemente (in proporzione ai voti di ammissione, naturalmente) gli esami, attrezzati a conquistarteli, se non puoi comprartele o trafugarle attraverso sotterfugi particolari.

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

Primo test: Sai gestire le tue ansie o sono loro a gestire te?

2) Finirai col copiare o te la caverai con le tue sole forze?

3) Panico da compito di matematica, quanto ne soffri?

4) All’esame sai venderti bene? Scopri quanto sei furbetto.

Se non si capisce il test n° 3, relativo al compito di matematica: perché la matematica e non anche il latino, la lingua straniera o ragioneria?, fa riflettere il n°4: sai venderti bene all’esame orale?

Noi l’abbiamo provato. Se per un verso non diciamo (per pudore) a quale “livello” ci siamo attestati, possiamo però informare i nostri lettori che le possibilità sono tre.  

Profilo A:  Essendo una persona brillante non ti è capitato spesso di dover negoziare il voto di un esame, se non per ottenere di più. Sai come convincere un professore a cambiare idea e anche quando ti sei trovato/a a discutere con lui tesi diverse ne sei sempre uscito vincente. Continua così!

Profilo B:Quando tieni molto al voto di un esame sei disposto/a a tutto pur di ottenere il punteggio desiderato, e se lo ritieni necessario fai qualsiasi cosa pur di convincere il professore a cambiarlo. A volte funziona, altre no, dipende dai professori…

Profilo C: Forse non hai mai provato a negoziare il voto di un esame o ti accontenti di ciò che arriva, soprattutto se comunque ti permette di non rifare mai più quella determinata materia! Spesso non riesci neanche a convincere i tuoi amici a cambiare locale la sera, figuriamoci un professore a cambiare voto…

Morale: il voto e il relativo giudizio possono anche essere frutto di baratto, di intrigo, di grinta, di spudoratezze, sotterfugio, aggressività ecc. ecc. ecc.