Home Archivio storico 1998-2013 Generico Esami di Stato: quest’anno i candidati sono più preparati

Esami di Stato: quest’anno i candidati sono più preparati

CONDIVIDI
  • Credion

Dai dati affluiti al Ministero – si legge nel comunicato – relativi a un campione pari al 51 per cento dei candidati di tutte le province, emerge che i risultati conseguiti dai candidati alle prove scritte registrano un andamento positivo. Sulla base di tali esiti si può affermare che la grande maggioranza dei candidati conseguirà il diploma finale.
La distribuzione dei punteggi – recita il documento ministeriale – tra le fasce di voto considerate, dimostra una notevole riduzione, rispetto allo scorso anno, dei punteggi negativi: solo lo 0,5 per cento non raggiunge i 18 quarantaciquesimi e il 4,2 raggiunge i 24 punti collocandosi perciò nella fascia negativa. Aumentano rispetto allo scorso anno i candidati che raggiungono 29 punti su 45, pari al 17,9 per cento; costoro pur presentando dei margini di rischio potranno tuttavia recuperare con in sede di colloquio, soprattutto se dispongono di un buon credito scolastico.
Più equilibrata appare la ripartizione dei punteggi nella scala positiva cioè dai 30 fino ai 45 punti. Raggiunge la fascia più alta l’11,4 per cento (9,05% nel ’99), a tale incremento corrisponde un lieve calo dei punteggi che vanno da 31 a 40. Appare così evidente – conclude il comunicato di viale Trastevere – che le commissioni hanno affinato le loro tecniche di valutazione, riuscendo a valorizzare le capacità acquisite dagli studenti nella produzione delle prove scritte. Anche sul versante più delicato della valutazione il nuovo esame sta dimostrando, dunque, una buona tenuta.