Home Attualità Faraone e Poletti in Sicilia per favorire l’istruzione

Faraone e Poletti in Sicilia per favorire l’istruzione

CONDIVIDI

Il Sottosegretario all’Istruzione, Davide Faraone, sul suo profilo facebook, annuncia: “Agenda alla mano, un po’ di appuntamenti da segnare nei prossimi due giorni. A Palermo ci sarà il Ministro al Lavoro e alle Politiche sociali, Giuliano Poletti, e la sua visita sarà l’occasione per confrontarci sugli effetti delle riforme attuate dal governo nazionale per rilanciare i settori dell’istruzione e del lavoro come volano per la ripresa della Sicilia e del Paese”.

“Lunedì 11 luglio – spiega Faraone – incontreremo gli operatori del terzo settore (alle 14.30 al Centro Padre Nostro, fondato da Padre Pino Puglisi) e gli imprenditori siciliani e faremo il punto, insieme ai sindacati confederali e di categoria, sulla formazione professionale, un settore impantanato da troppo tempo nella nostra regione, al quale stiamo dando una spinta per ripartire e diventare strutturale. Appuntamento, poi, alle 18.30 per l’evento organizzato dal Partito Democratico “Il Sud riparte! Istruzione e lavoro: le riforme del governo Renzi” che si terrà a Villa Magnisi, sede dell’Ordine dei Medici di Palermo”.

Icotea

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

“Martedì, invece, giornata dedicata al rapporto tra scuola, università e lavoro, mondi che per troppo tempo, ed erroneamente, non si sono parlati. Dopo l’incontro con il Rettore Micari – continua Faraone – per conoscere FIxO, progetto di servizi di placement offerti dall’ateneo, alle 10 un’interessante iniziativa nell’Aula Magna del Liceo Scientifico Benedetto Croce (via Benfratelli, 4) per parlare di alternanza scuola-lavoro, la novità introdotta dalla Buon Scuola, che conosceremo direttamente dalla viva voce di chi sta mettendo in pratica esperienze eccellenti nel nostro territorio”.

“Numeri e dati dell’Istat ci rassicurano e ci dicono che stiamo venendo fuori da un momento di forte recessione. Vogliamo vedere con i nostri occhi il cambiamento nella nostra isola – conclude – e interverremo per accelerarlo e rendere la Sicilia traino per il resto del Paese”.

Corbezzoli! La Sicilia che improvvisamente diventa traino per il resto d’Italia è una notizia. Forse per questo stanno ripensando a costruire il ponte sullo stretto.