Home Archivio storico 1998-2013 Generico Formazione Indire: i sindacati scrivono al Ministro

Formazione Indire: i sindacati scrivono al Ministro

CONDIVIDI


Ci sono volute 3 settimane, ma alla fine i sindacati si sono accorti che l’Indire ha aperto nell’ambiente PuntoEdu anche la sezione sulla funzione tutoriale, in aggiunta a quelle già aperte dal dicembre scorso (portfolio, flessibilità organizzativa e piani di studio personalizzati).

Nella giornata del 15 febbraio Cgil-Flc ha diramato infatti un comunicato che – con toni particolarmente distesi – segnala la decisione dell’Indire di dare avvio anche alla formazione sul tema contrattualmente più difficile e controverso di quelli connessi con l’avvio della riforma.
Secondo il sindacato di Enrico Panini, la soluzione adottata dall’Indire è un modo elegante per "salvare capra e cavoli"; "nell’ipotesi originaria – osserva infatti Cgil-Flc – i materiali di presentazione del progetto si riferivano alla ‘figura istituzionale del docente tutor’ e la specifica sezione si intitolava ‘docente tutor’, mentre a chi ora accede alla piattaforma si presenta una schermata con un comunicato attraverso cui il Consiglio di Amministrazione Indire si preoccupa di informare che con l’apertura di questo modulo Indire intende esclusivamente offrire strumenti e materiali per la comprensione e definizione delle funzioni tutoriali".
"La sezione relativa
– sottolinea ancora Cgil – si intitola, adesso, ‘funzione tutoriale, orientamento, rapporto con le famiglie e con i colleghi’. Traspare chiara la preoccupazione dell’Ente di non inciampare nel tavolo contrattuale, dove Flc Cgil Cisl e Uil scuola hanno sostenuto che le funzioni che il tutor morattiano pretende di concentrare in un unico soggetto esautorandone gli altri, sono invece prerogativa di tutti gli insegnanti, in quanto connaturate alla funzione docente".
Ma il dato più significativo della vicenda sembra essere un altro.

Il comunicato di cui abbiamo dato conto è firmato appunto dalla sola Cgil-Flc e non da tutte e tre le organizzazioni sindacali.
Questo significa che sulla questione della funzione tutoriale il fronte sindacale incomincia a segnare qualche piccola crepa?
E’ difficile dirlo, ma non c’è dubbio che la presa di posizione solitaria di Cgil-Flc su un aspetto decisivo come questo potrebbe avere qualche ripercussione significativa sugli equilibri fra le diverse "anime" dello schieramento anti-riforma.

Va peraltro segnalato che i tre sindacati confederali hanno sottoscritto una nota unitaria indirizzata al Ministero con quale chiedono precisazioni su alcuni punti qualificanti. In particolare i sindacati confederali sottolineano che la formazione sulle funzioni tutoriali non deve implicare "l’assunzione dell’incarico da parte dei partecipanti"

CONDIVIDI