Home Archivio storico 1998-2013 Generico Gilda degli Insegnanti: senatore a vita cercasi per la Scuola

Gilda degli Insegnanti: senatore a vita cercasi per la Scuola

CONDIVIDI
  • Credion
Il coordinatore nazionale della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, ha affermato: “non è possibile restare ancora inerti nei confronti degli esiti parlamentari relativi alla finanziaria che vedono una dura realtà di pesanti tagli sulla scuola a fronte di investimenti del tutto insufficienti”.
Paventando che le riduzioni di organico previste sono tali da rischiare di vanificare, nei fatti, anche le future assunzioni dei precari, Rino Di Meglio ha giudicato, inoltre, molto grave “la mancata approvazione, da parte della Camera, dell’emendamento che doveva evitare la cancellazione delle graduatorie permanenti dei precari a partire dal 2010/2011”.
La Gilda fa poi notare che per quanto riguarda il rinnovo contrattuale “le prospettive di un’apertura delle trattative appaiono ancora remote, nonostante siano trascorsi ben 11 mesi dalla scadenza del contratto di lavoro”.
Alla fine, la Gilda degli Insegnanti lancia una provocazione, augurandosi che, nei prossimi giorni, “un senatore a vita voglia sposare le ragioni della Scuola, come il premio Nobel Levi Montalcini ha fatto per l’Università”.