Home Attualità Giornata Mondiale della Diversità Culturale, il Dialogo e lo Sviluppo

Giornata Mondiale della Diversità Culturale, il Dialogo e lo Sviluppo

CONDIVIDI

Si celebra il 21 maggio la Giornata Mondiale della Diversità culturale, dal 2002, da quando cioè l’Unesco ha adottato la Dichiarazione Universale sulla Diversità Culturale e nel dicembre 2002 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, con la risoluzione 57/249, ha dichiarato il 21 maggio Giornata Mondiale per la Diversità Culturale per il Dialogo e lo Sviluppo, affermando il contributo della cultura alle tre dimensioni dello sviluppo sostenibile, riconoscendo ulteriormente la diversità naturale e culturale del mondo, e riconoscendo che le culture e le civiltà possono contribuire allo sviluppo sostenibile e sono fattori cruciali di tale sviluppo.

Eventi e iniziative

Diverse le iniziative che intendono celebrare in diversi ambiti questa ricorrenza, che richiama l’attenzione su temi sempre attuali.

Icotea

Tra coloro che maggiormente si sono impegnati per ricordare i valori legati alla diversità culturale spicca la Direzione Regionale Musei Emilia-Romagna, che partecipa con i suoi siti con diversi eventi in presenza e online, dedicati a bambini e adulti. Il primo inaugurale si svolgerà in presenza e online, a partire dalle 17,30, con un ciclo di incontri dedicati alla salvaguardia e valorizzazione dei paesaggi culturali organizzato dall’ Istituto Centrale per il patrimonio Immateriale, la Direzione Regionale musei Emilia-Romagna e la Scuola di specializzazione in beni demoetnoantropologici dell’Università degli Studi di Perugia. Presso la Banca della memoria del Trasimeno, sala multimediale Palazzo Baldeschi, Paciano (PG), o online al link  https://tinyurl.com/ms79dadp.

Dedicato a bambini e famiglie l’evento proposto dal Museo Nazionale Etrusco “Pompeo Aria” e area archeologica di Kainua “Indovina l’animale”: un “indovina chi” d’eccezione, in cui i partecipanti impareranno a riconoscere le ossa degli animali allevati e cacciati a Marzabotto, a cura del Dipartimento di Storie Culture Civiltà dell’università di Bologna, durerà circa 2 ore ed è rivolta a famiglie e giovani esploratori dai 5 ai 14 anni.

Le scuole saranno protagoniste dell’iniziativa dedicata al Mausoleo di Teodorico nell’ambito del progetto “Fumetti nei Musei “, a cura del Ministero della Cultura che promuove un nuovo modo per avvicinare i ragazzi ai luoghi della cultura. L’albo che racconta il Mausoleo di Teodorico è opera di Giuseppe Palumbo, celebre fumettista che presenterà il suo lavoro agli studenti dell’indirizzo di Grafica, Classi terze, del Liceo Artistico Statale Nervi Severini di Ravenna.

Anche l’Università Romana di Tor Vergata celebra la Giornata mondiale della diversità culturale con un evento che coinvolgerà l’intera comunità studentesca, con un progetto online, che ha visto gli studenti impegnati alla ricerca di un artista o un’opera d’arte importante della loro terra d’origine, attraverso un’intervista personale all’artista o a una persona strettamente legata all’opera; le interviste e gli elementi artistici saranno presentati in un evento virtuale il 21 maggio.

La Fondazione ISMU di Milano propone per sabato dalle 14 alle 18,30 “Casa è il posto dove ti trovi adesso”, un’iniziativa per famiglie e bambini presso gli Orti Vi.Pre.Go., presso il Parco di Villa Finzi. Vi saranno due laboratori per bambini dai 6 agli 11, uno per avvicinarsi alla lingua araba, l’altro dedicato alla cultura Incas e alla Madre Terra. Alle 16 visita del quartiere per adulti e bambini a cura dell’Associazione Gorla Domani. Nel corso di tutta la giornata attività all’aperto per tutti a cura dell’ASMI, Associazione Scout Musulmani. Per informazioni [email protected].