Home Alunni Gli studenti del Virgilio non fermano l’occupazione, arriva Faraone

Gli studenti del Virgilio non fermano l’occupazione, arriva Faraone

CONDIVIDI

Niente da fare: gli studenti che stanno occupando da 12 giorni il liceo classico Virgilio di Roma non metteranno fine alla loro azione.

A provare a farli desistere, mercoledì 9 dicembre, si recherà nello storico liceo romano il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone: in base a quanto si apprende dalle agenzie, il rappresentante del Governo incontrerà gli stessi studenti e la dirigente scolastica, Irene Baldriga, per “favorire il dialogo”.

Icotea

Era stata la stessa preside del Virgilio, il giorno dell’Immacolata, a proporre un incontro agli occupanti, ai quali fin dal primo giorno ha chiesto di mettere fine all’occupazione. I quali, però, non ne hanno voluto sapere.

 

{loadposition bonus_1}

Gli studenti hanno invece organizzato una conferenza stampa, sempre all’interno dell’istituto da loro occupato e nello stesso giorno che al liceo arriverà il sottosegretario Faraone. A loro, gli occupanti ribadiranno le 13 richieste avanzate, tra le quali più libertà di movimento dentro il Virgilio, rimozione delle telecamere di sorveglianza, apertura anticipata del bar interno per la colazione e lavori urgenti nelle sedi del liceo.

Richieste ritenute irricevibili dal dirigente, che ha parlato di “provocazione e non di un dialogo” da parte degli occupanti. L’Ansa ricorda che una direttiva di novembre della prefettura in vista del Giubileo prevede “lo sgombero delle occupazioni nel caso lo richiedano le autorità scolastiche regionali.

La preside ha detto più volte di volere una soluzione pacifica, anche nell’ipotesi di intervento delle forze dell’ordine, che continuano a monitorare la situazione. “Ma devono uscire dalla scuola e far riprendere le lezioni: stanno danneggiando tutti, specie gli studenti che vogliono studiare”, ha concluso la ds Baldriga.

 

{loadposition facebook}