GPS 2022, il ritardo dell’ordinanza è di natura tecnica

CONDIVIDI

Il nuovo appuntamento settimanale con la rubrica “A domanda risponde” curata dal prof. Lucio Ficara, esperto di normativa scolastica. Una serie di risposte alle domande poste dai lettori sull’aggiornamento delle graduatorie provinciali per le supplenze e sul ritardo dell’ordinanza.

DOMANDA n. 1

Icotea

Come mai il Ministero dell’Istruzione non ha ancora pubblicato l’OM sull’aggiornamento delle GPS 2022-2024?

RISPOSTA

Il problema del ritardo della pubblicazione dell’Ordinanza Ministeriale riguardante l’aggiornamento delle GPS per il biennio 2022-2024 è dovuto alla riscrittura di alcune parti del testo che era stato inviato al CSPI e al Consiglio di Stato per i pareri tecnici. Per tale ragione l’apertura della piattaforma per la presentazione delle domande è slittata già di una settimana.

DOMANDA n. 2

È vero che il nuovo inserimento nelle GPS II fascia del sostegno è garantita a chi ha maturato i 3 anni di servizio su sostegno entro l’anno scolastico 2020/2021?

RISPOSTA

Nella bozza di OM per le GPS inviata al CSPI c’era scritto che in II fascia GPS sostegno si poteva entrare con 3 anni di servizio fatti, senza titolo di specializzazione, su posti di sostegno, ma entro l’anno scolastico 2020/2021. Dai rilievi fatti dal CSPI e dal Consiglio di Stato, il Ministero sta valutando di estendere all’anno scolastico 2021/2022 il calcolo del triennio del servizio su sostegno necessario per accedere alla II fascia GPS sostegno.

DOMANDA n. 3

Il servizio prestato alla scuola primaria, senza titolo, può essere valutato anche come aspecifico, per la classe di concorso A018 per un nuovo inserimento in GPS?

RISPOSTA

Se il servizio è stato prestato senza titolo e il docente non ha nemmeno acquisito il titolo successivamente, il relativo punteggio scaturito da questo tipo di servizio non potrà essere caricato in nessuna classe di concorso.