Home Attualità Hacker filo jihadisti nel sito di una scuola

Hacker filo jihadisti nel sito di una scuola

CONDIVIDI

 

La notizi la fornisce Rai3 che sottolinea che l’attacco hacker è firmato dalla sigla Moroccan Islamic Union Mail, già conosciuta per altri attacchi contro siti in Israele e negli Stati Unit,i compreso quello nei confronti di una scuola di Pordenone. Ieri ha preso di mira il portale dell’Istituto comprensivo 1 di Scandicci, nella cui homepage compare una schermata nera con alcune scritte in inglese ed altre in arabo e un video dal titolo “The truth will prevail” (La verità prevarrà).

Partita la denuncia, ora sta indagando la polizia, considerato che fino a sabato pomeriggio il sito della scuola funzionava regolarmente.

Icotea

 

 

{loadposition eb-clil-1}

 

 

Nel video, della durata di 18 minuti, si legge sul portale della Rai, scorrono immagini e frasi che spiegano la pretesa superiorità della religione musulmana.

“Seguiamo la vicenda con la massima attenzione – afferma il sindaco di Scandicci – e in collaborazione con le forze dell’ordine, che hanno ricevuto fin da subito la denuncia dell’Istituto scolastico, ma ci sentiamo di dire che non si tratta di un attacco mirato alla città‚ alle nostre scuole, è importante ribadirlo per la serenità delle famiglie”.

“La vera preoccupazione di tutti noi – aggiunge -, e di ogni cittadino interessato a quello che succede nel mondo, in questi giorni è invece rivolta a quello che sta accadendo in Libia, e più in generale nel mondo arabo, e ai problemi correlati della sicurezza internazionale e dell’emergenza dei profughi”.