Home Come diventare insegnante Cosa sono e come acquisire i 24 CFU per partecipare ai concorsi

Cosa sono e come acquisire i 24 CFU per partecipare ai concorsi

CONDIVIDI

Il Decreto Ministeriale 616 fornisce indicazioni in merito ai 24 CFU da possedere per partecipare al percorso FIT.

Tali crediti universitari e/o accademici riguardano i settori antropo-psico-pedagogici e le metodologie didattiche, previsti dal Decreto legislativo 59/17 per la partecipazione ai futuri concorsi per la scuola secondaria.

Chi deve acquisire i 24 CFU

– Laureandi e laureati che possiedono i requisiti per accedere alle diverse classi di concorso della scuola secondaria e che vogliono intraprendere la professione di docente partecipando al percorso FIT, anche per quanto riguarda il sostegno.

In mezzo alla notizia

– Non sono tenuti ad acquisire il crediti i docenti abilitati, gli ITP (fino al 2024/2025) e chi è in possesso di 3 anni di servizio alla data di pubblicazione dei bandi di concorso (il primo è previsto a fine 2018).

Dove e come acquisire i 24 CFU

Tali crediti formativi devono essere acquisiti presso Istituzioni Universitarie o dell’AFAM (Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica).

Le Università e gli Enti dell’AFAM istituiscono a tal proposito dei corsi per consentire l’acquisizione totale o parziale dei 24 crediti.
Saranno riconosciuti tutti i crediti acquisiti nei normali percorsi accademici, con esami aggiuntivi, attraverso Master di I e II livello e durante i Dottorati di ricerca o le scuole di specializzazione.

Per chi non è ancora laureato è prevista la possibilità di un semestre aggiuntivo, senza costi ulteriori, nel quale conseguire i crediti. E’ possibile acquisire in modalità telematica un massimo di 12 crediti.

Per chi invece ha già tutti i CFU/CFA richiesti è necessaria una certificazione che attesti il possesso di tali crediti. A tal proposito la nota 29999/17, ha chiarito che tale certificazione deve essere richiesta all’ultimo ateneo/istituzione AFAM nel quale sono state svolte le attività formative a completamento del percorso.

Esami e settori scientifico disciplinare

Per partecipare al FIT allo scopo di diventare insegnante è necessario possedere 24 CFU nei seguenti 4 ambiti:

Pedagogia, Pedagogia speciale e Didattica dell’inclusione

– Esami riconosciuti in automatico: M-PED (tutti i settori scientifico disciplinari), CODD/04, ABST/59, ADPP/01

– Esami che richiedono la certificazione delle Università: ISME/01, ISME/02, ISDC/01 e ISDC/05

Psicologia

– Esami riconosciuti in automatico: M-PSI (tutti i settori scientifico disciplinari), CODD/04, ABST/58, ISSU/03, ISME/03, ISDC/01

– Esami che richiedono la certificazione delle Università: ADPP/01

Antropologia
– Esami riconosciuti in automatico: M-DEA 01, M-FIL 03, ABST/55

– Esami che richiedono la certificazione delle Università: L-ART/08, CODD/06, ISSU/01, ISSU/02, ADEA/01, ADEA/03, ADEA/04

Metodologie e Tecnologie didattiche generali

– Esami riconosciuti in automatico: M-PED 03, M-PED 04

– Esami che richiedono la certificazione delle Università: MAT/04, FIS/08, L-LIN/02, M-EDF/01, M-EDF/02, CODD/04, ABST/59, ADES/01 relativamente alla specifica area disciplinare

– Esami segnalati negli allegati B e C del DM 616 del 10 agosto 2017, divisi sulla base delle classi di concorso e che vanno certificati, come attinenti ai contenuti richiesti, dalla struttura accademica nella quale sono stati conseguiti

Attenzione: si devono possedere almeno 6 CFU/CFA in almeno tre dei quattro ambiti disciplinari previsti dal DM 616/2017.

Quanto costa acquisire 24 CFU

Il decreto specifica che chi ancora non si è laureato, potrà integrare i crediti formativi mancanti a titolo gratuito, mentre, chi è già laureato e deve integrare gli esami potrà farlo pagando al massimo 500 euro, che saranno ridotti in proporzione al reddito e al numero di crediti da conseguire.