Home Pensionamento e previdenza I dipendenti pubblici non sanno come funziona la pensione

I dipendenti pubblici non sanno come funziona la pensione

CONDIVIDI

Secondo un’indagine del Fondo pensione Perseo-Sirio, che si occupa della previdenza complementare dei dipendenti del pubblico impiego, la maggioranza dei dipendenti statali non sa con quale regime andrà in pensione.

Si legge sul Sole 24 ore, che precisa come il 38,5% degli intervistati non è in grado di fornire una risposta sul suo regime previdenziale: l’opzione “non so” è stata indicata in altre parole da quasi 2 lavoratori su cinque.

Icotea

inversamente proporzionale alla data della pensione

Il 44,9%, fra chi è prossino al pensionamento, ha saputo fornire una risposta esatta, media che si abbassa man mano che si riduce la distanza dalla data delle quiescenza: ma non supera il 57% tra chi deve ancora lavorare più di 21 anni; mentre è naturalmente più agevole la risposta per chi ha meno di 10 anni di lavoro: tra costoro le risposte corrette sono circa il 75%.

Pochi sanno del fondo pensione complementare, mentre il 48,41%, addirittura, dichiara di non aver mai sentito parlare del fondo.

Anche tra i lavoratori della scuola le cose non cambiano: solo 5mila di loro hanno partecipato alle elezioni per il rinnovo dei vertici del fondo pensione di categoria, Espero. Cifra davvero esigua se si confronta non solo con il numero di iscritti al fondo pensione stesso, circa 100mila, ma anche al numero complessivo di insegnanti e personale Ata della scuola italiana, circa 1,2 milioni di addetti. Evidentemente chi lavora nella scuola è estremamente fiducioso in materia pensionistica, al punto di disinteressarsene completamente”.