Home Archivio storico 1998-2013 Estero I giochi interattivi? Utili a formare e a ridisegnare la realtà

I giochi interattivi? Utili a formare e a ridisegnare la realtà

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Unire il potenziale motivazionale del gioco, già al centro di varie iniziative, con la connettività del web per concretizzare le grandi potenzialità che i processi di collaborazione diffusa offrono in termini di formazione e crescita, oltre che di creazione di valore sociale ed economico. A sostenerlo è l’‘Insitute for the Future’, di Palo Alto, in California, dove al termine di una serie di sperimentazioni sul tema è stato dedotto che la creazione di giochi interattivi impegna i partecipanti ad affrontare anche problemi centrali per la società, ad iniziare dalla povertà, la malattia e i cambiamenti climatici. Sulle enormi possibilità derivanti dalla collaborazione ludica su scala planetaria, offerta dall’utilizzo del web, si parlerà a Milano il 3 maggio, alle ore 19, presso il museo della Scienza e della Tecnologia ‘Leonardo da Vinci’, in occasione della presentazione del libro, edito da Apogeo, “La realtà in gioco: perchè i giochi ci rendono migliori e come possono cambiare il mondo”.
Alla presentazione ci sarà anche l’autrice, Jane McGonigal, una delle più note ‘game designer’ al mondo, che spiegherà come la motivazione ed il coinvolgimento che scattano nel gioco sono aspetti centrali che spesso nella vita reale non si h modo o voglia di attuare. “Il lavoro in genere – sostiene Jane McGonigal – non dà soddisfazione, non sa coinvolgere, non offre vere sfide; la vita sociale può essere fonte di depressione. Forse sarebbe ora di imparare qualcosa dal mondo dei giochi, da questi mondi virtuali immersivi e prenderne spunto per ridisegnare la realtà”. Unendo gioco e crowd-sourcing, la McGonigal reinventa l’approccio alle analisi di scenario, al problem solving ed introduce nuove strategie di approccio al prossimo, di comunicazione e marketing. I giochi, inoltre, possano essere coinvolgenti anche per iniziative di valore sociale
L’iniziativa rientra nel ‘Meet the Media Guru’: il programma di incontri con i protagonisti internazionali della cultura digitale e dell’innovazione, nell’ottica di individuare, analizzare e discutere i nuovi trend destinati ad avere un forte impatto sulla vita e sul lavoro, sul modo di relazionarsi e di fare business.
L’ingresso all’incontro del 3 maggio è libero sino ad esaurimento posti. Per iscriversi: www.meetthemediaguru.org
 
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese