Home Attualità Il concorso straordinario diventa un caso politico: siamo vicini a un rinvio?...

Il concorso straordinario diventa un caso politico: siamo vicini a un rinvio? [VIDEO]

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Le date del concorso straordinario sono ufficiali: si parte il 22 ottobre, ma è guerra fra la Ministra Azzolina, i sindacati e gli alleati di Governo.
Già lunedì scorso il Partito democratico per bocca della responsabile scuola Camilla Sgambato aveva chiesto il rinvio.


Anche i sindacati protestano e ieri hanno scritto una lettera a tutti i gruppi parlamentari per chiedere di riesaminare tutto. I sindacati dicono che non ci sono certezze sul fatto che le prove di concorso possano svolgersi in sicurezza.


Sempre ieri, mercoledì, nel corso del question time alla Camera, la Ministra Azzolina ha detto che si sta lavorando per avere non più di 10 concorrenti in ogni aula e quindi non ci saranno problemi.

ICOTEA_19_dentro articolo


E dal Ministero dicono anche che per il test di ingresso a Medicina si sono presentati più di 60mila studenti e tutto ha funzionato bene.


Nella nostra diretta web di ieri Bianca Granato (M5S) ha avuto parole molto dure: “Il PD vuol fare fuori la nostra ministra per sostituirla con uno dei loro”.

Parole pesanti che Granato ha ribadito con noi in un momento successivo aggiungendo anche: “Guarda caso, però, nei confronti della loro ministra De Micheli che solo il 1° settembre si è accorta che l’anno scolastico stava iniziando e che bisognava organizzare il trasporto scolastico non hanno detto nulla”.


La situazione, insomma è davvero complicata e a questo punto non si può escludere nulla.

Preparazione concorso ordinario inglese