Home Archivio storico 1998-2013 Generico Il “giallo” della Finanziaria

Il “giallo” della Finanziaria

CONDIVIDI

Il testo di alcuni articoli della legge finanziaria riguarda che sta circolando in rete da qualche giorno non sarebbe affatto quello che il Ministro e la compagine governativa hanno in mente.
In realtà il testo che verrà presentato lunedì dal Governo non dovrebbe contenere quasi nulla di ciò che è stato reso noto finora e che ha addirittura indotto le organizzazioni sindacali a proclamare uno sciopero nazionale del comparto scuola.

Ovviamente le spiegazioni del "giallo" sono diverse e divergenti; c’è chi sostiene che il testo "falso" sia stato messo in circolazione con lo scopo di surriscaldare ulteriormente un clima certamente poco sereno; dall’altra parte si sostiene che il testo divulgato è la riproduzione fedele di un materiale uscito dalla stanze del "palazzo" e un testo finale diverso sarà da ascrivere appunto al merito delle organizzazioni sindacali che hanno fatto immediatamente quadrato per difendere la scuola pubblica.

Ma tutto sommato si tratta di una polemica abbastanza marginale.

Resta invece il fatto che lunedì 30 il testo definitivo della legge verrà presentato ufficialmente dal Governo e a quel punto si saprà esattamente come stanno le cose.

Comunque sia qualche dubbio sui contenuti del testo noto fino a questo momento c’è davvero.

Per esempio la riduzione del 20 per cento degli organici del personale Ata  sembra davvero un obiettivo improponibile, soprattutto nella scuola di base; appare più plausibile una riduzione contenuta fra il 2 e il 6 per cento (ovviamente i responsabili economici sembrano propende per il secondo valore).

Così come potrebbe non esserci nulla di vero neppure sulla questione dell’aumento di una unità del rapporto medio alunni/insegnanti che – secondo le anticipazioni sindacali – dovrebbe passare da 9.5 a 10.5 e che invece potrebbe restare pressochè invariato.

D’altronde secondo alcune indiscrezioni pare che la legge finanziaria che hanno in mente a viale Trastevere non dovrebbe discostarsi da quella dello scorso anno: è possibile quindi che per quanto concerne gli organici si parli sì di diminuzione ma in misura contenuta e comunque non superiore a quella già messa in atto finora.

Sembra confermata invece la proposta di soppressione dei distretti scolastici che, peraltro, già lo scorso era contenuta in una primissima bozza della legge.

Ad ogni modo per martedì 1° ottobre il Ministro ha già convocato i sindacati. Ordine del giorno: ipotesi contenute nella bozza di legge finanziaria 2003.

Ancora qualche giorno ed avremo la soluzione del "giallo".

CONDIVIDI