Home Archivio storico 1998-2013 Generico “Il gioco grande”, chi sono i veri giocatori?

“Il gioco grande”, chi sono i veri giocatori?

CONDIVIDI
  • Credion
A moderare l’incontro è stato il presidente dell’Ordine dei giornalisti, Franco Nicastro, sono intervenuti il magistrato Antonio Ingroia, il giornalista Marco Travaglio e Rita Borsellino.
Dall’incontro è emerso che “quella che ci hanno raccontato finora è la “favola” della mafia a una dimensione”, come riportato nel retro di copertina, e che ci sono tanti atti e fatti sfuggiti, più o meno dolosamente, all’attenzione dei masmedia, e che formano una storia della mafia che è “altra”, rispetto a quanto fin oggi detto.
“Particolari” di cui, per espresso divieto della Legge Castelli, non può parlare il giudice inquirente.
Un’organizzazione criminale disposta a stringere patti e alleanze senza “badare” ai colori politici. 
Marco Travaglio ha posto l’accento anche su fatti “curiosi”, come la possibilità data ai nostri rappresentanti politici, seppure inquisiti per reati connessi alla mafia, di fare parte della “Commissione Antimafia”.

Particolarmente interessante l’intervento di Rita Borsellino, nella triplice veste di politico, di educatrice (sono noti i suoi interventi nelle scuole di tutta Italia) e di familiare vittima della mafia, che ha affermato che “ci troviamo di fronte ad un libro che inquieta poiché ci pone di fronte a quesiti che potrebbero indurci a risposte diverse da quelle fin qui avute”.