Home Alunni Il ritorno: tra il 7 e il 16 settembre

Il ritorno: tra il 7 e il 16 settembre

CONDIVIDI

Si inizia dal Trentino Alto Adige, dall’estremo nord (ma che è anche l’estremo sud del Tirolo), il 7 settembre e poi il 9 le scuole aprono in Molise.

Abruzzo, Basilicata, Campania, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna e Sicilia apriranno i battenti il 14 settembre.

Icotea

Il 15 è la volta delle scuole dell’Emilia Romagna, Lazio e Toscana.  I più ritardatari le regioni Veneto e Puglia che apriranno il 16 settembre.

Alcune regioni, dallo scorso anno, hanno invece programmato il “calendario permanente” che resterà invariato negli anni a seguire: Lombardia, Toscana, l’Emilia Romagna e Lazio.

Aperte le scuole, le vacanze prossime più attese saranno quelle di Natale. A iniziare però sarà l’estremo Sud: dal 22 dicembre le prime scuole a chiudere saranno quelle siciliane e a seguire, dal 23 Campania, Calabria, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Umbria, Trentino e Sardegna. Il resto delle regioni italiane chiuderà il 24 dicembre, mentre la riapertura è uguale per tutti il 7 gennaio.

Omogenee nelle date le vacanze di Pasqua, uguali appunto in tutte le regioni: dal 24 marzo al 29 marzo.

Le festività del 1° novembre, 8 dicembre, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno e per il santo Patrono sono date comuni a tutte le regioni.

L’ultimo giorno di lezione dell’anno scolastico 2015-2016 rientra tra il 4 e il 16 giugno del 2016. I primi a chiudere il 4 giugno saranno le scuole del Molise e delle Marche. Seguiranno quindi il 6 giugno quelle dell’Emilia Romagna e poi le scuole del Trentino e dell’ Abruzzo. L’8 giugno tocca alle scuole della Liguria, della Lombardia, del Lazio, dell’Umbria, del Veneto, della Campania, della Calabria e della Puglia mentre il 9 sarà la volta del Piemonte, della Basilicata e della Sicilia.

Il 10 giugno toccherà alla Toscana e Sardegna. Ultimi ad andare in vacanza gli studenti della Valle d’Aosta e del Friuli Venezia Giulia che dovranno attendere l’11 e quelli dell’Alto Adige che resteranno in classe fino al 16. L’esame di stato è stato fissato per tutte le scuole secondarie di secondo grado alle 8.30 del 22 giugno per affrontare il primo scritto.