Home Politica scolastica Il sito La Buona Scuola è fatto bene, ma la versione per...

Il sito La Buona Scuola è fatto bene, ma la versione per ipovedenti lascia molto a desiderare

CONDIVIDI

Il sito internet “La Buona Scuola” è ben fatto, ma non si comprenda a cosa serve la “versione accessibile”: è questa la conclusione cui sono giunti due analisti della Commissione Osservatorio Siti Internet dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, al termine della realizzazione di un test tecnico per verificarne la fruibilità – utilizzando i browser più diffusi quali Internet Explorer, Firefox, Mozilla, Opera e Safari – da parte di chi ha seri problemi di vista.

Dal doppio test sul portale on line creato dal Governo per avere indicazioni e pareri sulle linee guida di riforma della Scuola, risulta infatti che “il nuovo sito è fatto molto bene”, ma “non si   spiega a cosa serva quello accessibile”. Quindi, si legge ancora nel rapporto finale realizzato dagli esperti, “il sito non ha tutti i requisiti per poterlo dichiarare completamente accessibile, anche se non ci vuole poi molto ad eliminare gli inconvenienti”.

Icotea

I due valutatori hanno riscontrato quindi diversi “rilievi”, alcuni dei quali riscontrati già il 12 settembre scorso dalla redazione della Tecnica della Scuola, immediatamente dopo la messa in chiaro del sito “La Buona Scuola”.  

Il lato positivo, sempre secondo gli esperti ipovedenti, è che i rilievi emersi sono tutti eliminabili. Staremo ora a vedere se i programmatori si metteranno all’opera per attuare le modifiche reputate necessarie.

Vi proponiamo la versione integrale dei due test tecnici

 

Continua a seguirci anche su Facebook. Clicca “MI PIACE” sulla nostra pagina per essere aggiornato costantemente sulle notizie provenienti dal mondo della scuola.

 

Test tecnico La Buona Scuola