Home Archivio storico 1998-2013 Generico Il successo della Fiera del libro per ragazzi 2005

Il successo della Fiera del libro per ragazzi 2005

CONDIVIDI


Un’imprescindibile opportunità di collaborazione e di confronto per lo sviluppo di un settore, quello dell’editoria rivolta all’infanzia e all’adolescenza, suscettibile di buoni margini di crescita. A fronte del calo evidente di offerte editoriali nel biennio 2002/2003, infatti, si registra un aumento di oltre il 7% nel numero di novità librarie per bambini prodotte nel corso del 2004. Sono i dati forniti dal Rapporto 2005 "Liber", che si annovera tra le riviste di letteratura giovanile più quotate. Fra le novità esposte in mostra predomina quest’anno la sperimentazione nel segno del fantasy e dell’avventura, ma soprattutto del libro-gioco, che mescola in modo creativo e accattivante testo scritto e immagini, domande a trabocchetto e battute di spirito, incuriosendo i giovanissimi lettori. E’ il caso, per esempio, del libro-gioco Tutti uguali tutti diversi di Chiara Dattola – edito dalla casa editrice Bablò, new entry di quest’anno in fiera – che propone il delicato tema dell’intercultura e dell’uguaglianza nella diversità con domande provocatorie quali "Avete mai visto due margherite uguali? E due foglie uguali?". Quello dell’intercultura e dello scambio costruttivo tra popoli è un leit motiv che caratterizza, oggi più che mai, l’orientamento della Fiera. Ce lo dimostrano la forte partecipazione alla manifestazione di autori appartenenti al mondo arabo – tra questi ricordiamo Ahmad Abd Al Waliyy che, con il suo racconto Il libro disceso dal cielo, lancia un messaggio di tolleranza e di pace – e soprattutto la presenza non casuale di una specifica sezione "New Horizons", nell’ambito del Premio "BolognaRagazzi Awards 2005", dedicata ai migliori prodotti editoriali per bambini provenienti dai paesi in via di sviluppo. Questa edizione significativamente assegna il prestigioso riconoscimento, per la sezione "New Horizons", a John Kilaka (Ruanda).
Ma le novità della Fiera non si sono limitate all’editoria libraria nazionale e internazionale. Oltre ad ospitare la "Mostra degli Illustratori" tra le iniziative focalizzate sullo stretto rapporto testo-immagine, la Fiera ha promosso la mostra "Illustrare Andersen". Inaugurata il 13 aprile nella Sala Farnese di Palazzo d’Accursio e aperta fino al 15 maggio 2005, l’esposizione è inclusa nel programma internazionale di eventi "Hans Christian Andersen 2005, realizzato in occasione del bicentenario della nascita del grande favolista danese. L’iniziativa conferma ulteriormente la valenza educativa di una forma d’arte finora rimasta in ombra, l’illustrazione. Strumento ermeneutico da non sottovalutare, in grado di cogliere aspetti inediti dei testi letterari cui si affianca, e di stimolare così la creatività e l’immaginazione dei bambini. Nel corso dei mesi di aprile e maggio sono previste, in funzione delle esigenze di diverse fasce d’età, attività didattiche quali visite guidate – viaggi ideali attraverso le nuove immagini di Andersen – spettacoli, laboratori e incontri con illustratori e fumettisti.

Per prenotazioni visite guidate della mostra "Illustrare Andersen": tel. 051-204448.

Icotea