Home Sicurezza ed edilizia scolastica Il tema della sicurezza nelle scuole deve essere al centro del tavolo...

Il tema della sicurezza nelle scuole deve essere al centro del tavolo politico

CONDIVIDI

A poco meno di tre anni dal sisma che ha devastato i territori dell’Italia centrale e il tema della sicurezza delle scuole, degli edifici, dei luoghi di lavoro è ancora oggetto di forti criticità e discussioni.

Proprio questa sarà la materia su cui verteranno gli ormai prossimi seminari  di alcuni esperti di terremoti e di verifiche sismiche del costruito esistente in Italia.

Grazie a queste competenze sono nate le normative sismiche sull’esistente, a partire dall’OPCM 3274 del 2003, fino alle più recenti Norme Tecniche sulle costruzioni 2018 con cui nelle Marche in questi mesi si stanno effettuando le Verifiche sismiche delle Scuole. Dopo gli incontri tecnici tenuti agli inizi del mese di aprile a Macerata e Ancona la Federazione regionale in collaborazione con tutti gli Ordini provinciali degli ingegneri delle Marche, ha organizzato in sinergia con la casa software S.T.A. DATA.

A tal riguardo si ricorda l’ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 marzo 2003 introduce i primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica. In essa sono forniti i criteri per l’identificazione delle zone sismiche e viene introdotta una quarta zona a bassa sismicità evidenziando l’importanza di tener conto degli effetti sismici su tutto il territorio nazionale. Gli allegati contenuti nell’ordinanza sono:

  • Norme tecniche per il progetto, la valutazione e l’adeguamento sismico degli edifici;
  • Norme tecniche per il progetto sismico dei ponti;
  • Norme tecniche per il progetto sismico delle opere di fondazione e sostegno dei terreni.

Punto fondamentale dell’ordinanza è l’art. 2 comma 3 in cui vengono rese obbligatorie le verifiche sismiche sia degli edifici di interesse strategico e delle opere infrastrutturali la cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile, sia degli edifici e delle opere infrastrutturali che possono

CONDIVIDI