Home Concorsi In Calabria su 23 candidati nessuno passa all’orale

In Calabria su 23 candidati nessuno passa all’orale

CONDIVIDI
  • Credion

Dalla Sardegna, dove per il sostegno era stato ammesso all’orale un solo candidato, alla  Calabria dove, per la classe di concorso A18, su 23 partecipanti per 10 posti, nessuno ha superato lo scritto: il concorsone si sta rivelando un trappolone, benchè sembri strana tanta ecatombe. E allora tra le cause, scrive Anief, ci potrebbero essere: incongruenza dei quesiti, tempo a disposizione, formazione dei commissari diversa da quella dei candidati, inadeguatezza dei quesiti e dei percorsi di abilitazione.

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

Icotea

{loadposition bonus}

 

Tuttavia, si fa giustamente notare, a settembre un’alta percentuale di questi docenti respinti prenderanno in carico le cattedre vacanti e il Miur si troverà ancora una volta a gestire una situazione anomala. Ma soprattutto, sostiene Anief, il concorso a cattedra 2016 non passerà alla storia solo per le esclusioni clamorose, ma anche per il numero impressionante di bocciati: dai primi riscontri dei giudizi delle commissioni, rispetto alle prove scritte, risulta che a livello nazionale oltre la metà dei candidati che hanno risposto agli otto quesiti proposti non sarebbero stati ammessi alle prove successive. Ma ci sono anche diverse commissioni che hanno operato con la logica del “taglione”, portando all’orale solo una manciata di docenti precari.

In ogni caso, pare di capire, l’occasione è ghiotta per spillare soldi ai candidati respinti intentando cause e ricorsi, che avranno un solo esito sicuro: arricchire gli avvocati.