Home Attualità In una scuola in provincia di Cuneo è già suonata la prima...

In una scuola in provincia di Cuneo è già suonata la prima campanella

CONDIVIDI
webaccademia 2020

La campanella all’istituto “Convitto Provvidenza” di Bra, in provincia di Cuneo, è già suonata i 1° settembre. Riportiamo il racconto dell’insegnante Elena Bogliano.

Siamo ufficialmente la scuola italiana che apre le sue porte il primo giorno di settembre, dopo di noi Bolzano aprirà il 7 settembre ma, pur iniziando così in anticipo, possiamo garantire sicurezza e organizzazione all’interno di tutti i nostri ambienti scolastici.

Abbiamo lavorato per tutto il periodo estivo per predisporre gli spazi della nostra scuola, abbiamo acquistato nuove attrezzature, prodotti per l’igiene e la pulizia e abbiamo pianificato la disposizione delle aule e degli spazi comuni; ci siamo prefissati di far rientrare tutti a scuola in presenza e ci siamo riusciti.

ICOTEA_19_dentro articolo

Tutto il nostro impegno è stato “ufficializzato” in un Regolamento che contiene tutte le misure di prevenzione e contenimento del coronavirus. Tali regole, da noi  adottate, potranno essere modificate o integrate secondo le indicazioni del Ministero dell’Istruzione e del Comitato Tecnico Scientifico.

Abbiamo posto al direttore della scuola Prof. Carmine Maffettone alcuni quesiti di interesse comune a tutte le famiglie: 

  • Gent.mo Direttore ci conferma la partenza delle lezioni già il 1° settembre? La nostra scuola ripartirà con le lezioni regolari il 1° settembre per dare modo alle insegnanti di riprendere gli argomenti principali, per offrire attività di ripasso e di recupero e per ricostruire le relazioni di fiducia bimbo-insegnante. Il giorno 1° settembre verrà simulata la giornata scolastica con bambini e genitori. 
  • I nostri figli dovranno indossare la mascherina per tutto l’orario scolastico? Ogni bimbo dovrà avere la sua mascherina personale ma dovrà indossarla solo per muoversi negli spazi comuni e non quando è seduto al proprio banco.
  • La scuola ricomincerà con orari regolari? La scuola è adeguata alle normative anti-covid e quindi si ripartirà regolarmente. Non verrà applicata turnazione nella vita scolastica e si potranno frequentare le lezioni, in orari normali e tutti insieme, ma con il giusto distanziamento (distanza tra i banchi ben oltre il metro previsto dalla normativa), anche il servizio mensa sarà garantito con potenziamento del personale e miglior utilizzo dei molti spazi a disposizione.
  • Quali saranno gli orari scolastici? Gli orari saranno regolari da subito con pre-orario dalle 7:30 e post-orario fino alle 18,30. Tutto il corpo docente è confermato per tutte le classi e per tutto l’anno scolastico.
  • Come avete preparato docenti e personale ad affrontare questo nuove abitudini scolastiche? Tutto il personale docente e non docente verrà sottoposto al test sierologico, prima dell’avvio delle lezioni, e tutti siamo stati adeguatamente formati per acquisire le competenze globali nella gestione del virus.
  • Come verrà organizzato l’ingresso a scuola ogni mattina? I bambini entreranno ed usciranno ad orari scaglionati e si utilizzeranno tutti gli accessi disponibili alla scuola. All’ingresso ad ogni bambino verrà misurata la temperatura con il passaggio nell’ Igea Safety Box installata all’ingresso.
  • Sono stati adeguatamente igienizzati gli spazi scolastici per la riapertura? Tutti gli ambienti scolastici hanno subito una maxi disinfezione, specie negli spazi comuni di passaggio, nei servizi igienici e nelle aule. Durante tutto il periodo scolastico ci saranno interventi programmati anche più volte al giorno nelle aule e in tutti gli spazi comuni.
  • Ma come potrà una maestra gestire il gruppo classe “distribuito” in aule così grandi? E’ prevista una maestra “assistente” per seguire in maniera adeguata tutti i bimbi seppur disposti in spazi molto grandi.
  • Quando i bambini dovranno indossare la mascherina, come pensate di controllare che la indossino? Siamo pronti a vigilare con costanza sulla salute dei vostri figli e ad accompagnarli verso la consapevolezza che si è più forti quando si progetta e si persegue un unico obiettivo. La mascherina diventerà un “accessorio” naturale, inoltre ogni insegnante avrà cura di far disinfettare le mani ai propri alunni ogni 2 ore circa. 
  • Come interverrete, nel caso ad uno studente venisse rilevata una temperatura corporea anomala? Nella scuola è già stata allestita un’Aula Medica dove il bambino verrà tenuto tranquillo e dove si potrà distendere, in attesa di essere raggiunto dal genitore avvertito immediatamente.
  • Sono già disponibili i testi scolastici? La scuola fornirà ad ogni bambino tutti i libri e il diario scolastico; tutto il materiale già foderato verrà disposto sul banco personale dell’alunno il primo giorno di scuola.
  • Sarà possibile avere un supporto specializzato per affrontare al meglio questo periodo? Sono già previsti momenti di sostegno psicologico con scadenza settimanale sia per gli adulti che per i bambini. 

Il nostro obiettivo è offrire un servizio scolastico sicuro ed organizzato, al fine di ripristinare una vita sociale serena; vorremmo dare la sicurezza ai genitori di lasciare i propri figli ogni giorno in un luogo protetto in cui benessere psicofisico ed apprendimento vengono sempre prima di tutto. 

Crediamo fermamente che il diritto all’apprendimento degli studenti vada garantito nella stessa misura in cui verrà garantito il loro diritto alla salute.

Ripartiamo in sicurezza!

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese