Home Attualità Insetti nei legumi e brioches scadute serviti a mensa scolastica. Genitori furiosi

Insetti nei legumi e brioches scadute serviti a mensa scolastica. Genitori furiosi

CONDIVIDI
  • Credion

È quanto ha riportato qualche giorno fa il quotidiano locale on-line “Il giorno”. La notizia ha destato non poca preoccupazione a livello locale, ed è piú che doveroso portarla agli onori delle cronache scolastiche nazionali. Insetti nella crema di legumi con pasta, dunque. E’ questo quello che i bambini della scuola materna, elementari e medie di Giussano (MB) hanno trovato nel piatto lo scorso 5 di aprile.
A denunciare l’episodio è stato un genitore che fa parte della commissione mensa e da oltre un mese chiede che sia fatta chiarezza sull’episodio. “Sono trascorse 4 settimane e non si sa più niente: scuola, comune e Sodexo non hanno fatto sapere più niente. Tutto è finito sotto silenzio. Lo stesso giorno della crema di legumi con gli insetti mio figlio ha mangiato delle brioches scadute. Proprio a causa del cambio di menù come dolce c’erano le brioches. Nessuno ha tenuto l’involucro e quindi non abbiamo prove ma le insegnanti hanno visto le date di scadenza e hanno buttato via tutto. Possiamo parlare anche del pollo carbonizzato alla scuola materna prima di Natale. Anche qui procedura di emergenza ed è stato portato ai bambini dello spezzatino. Un quantitativo che non bastava per tutti. E qualcuno non ha mangiato anche se il pasto è stato regolarmente pagato. Il problema è che nessuno controlla cosa esce dal centro di cottura”.
Alcuni genitori stanno anche pensando di ricorrere alle vie legali perché è reato penale somministrare alimenti contaminati. I più arrabbiati sono i genitori del plesso di Birone che hanno mangiato la crema di legumi con gli insetti. Ma cosa è successo? Lo scorso 5 aprile in mensa nelle scuole giussanesi in menù c’era la crema di legumi con pasta. Fortunatamente alla scuola materna si sono accorti che all’interno della crema c’erano dei puntini neri: piccole parti di insetti che erano stati frullati con i resto dei legumi presenti, due diversi tipi di fagioli, cannellini e cannellini, oltre alle lenticchie. Immediata è scattata l’ispezione da parte dei responsabili della società che fornisce la refezione scolastica, Sodexo, che si sono recati sul posto e dopo aver preso visione del problema hanno attivato la procedura di emergenza e hanno preparato la pasta in bianco in sostituzione del primo piatto. Peccato però che una parte dei bambini, in particolare le classi prime e seconde della Gabrio Piola e la scuola di Birone non sono stati tempestivamente informati e hanno consumato regolarmente il pasto. Un campione di crema è stato inviato dalla società che si occupa della ristorazione anche al professor Luciano Suss, che ha eseguito una consulenza entomologica agroalimentare.
Si trattava di parti di coleotteri bruchidi, comunemente detti Tonchi, che infestano i legumi.