Home Alunni Intercultura, saluto di Mattarella agli stranieri ospiti in Italia: fine luglio le...

Intercultura, saluto di Mattarella agli stranieri ospiti in Italia: fine luglio le proposte per accogliere uno studente

CONDIVIDI

Una bella sorpresa è stata riservata ai ragazzi stranieri ospiti di famiglie italiane con Intercultura. Infatti, lo scorso 7 luglio i 450 studenti che hanno trascorso un anno scolastico in Italia, riuniti a Frascati partecipare alla cerimonia di saluto prima di partire e tornare a casa, hanno ricevuto un regalo molto speciale: il saluto scritto appositamente per loro dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella:

IL MESSAGGIO DEL PRESIDENTE MATTARELLA AGLI STUDENTI:

Rivolgo un cordiale saluto ai volontari di Intercultura e a tutti i giovani studenti  – provenienti da tutte le parti del mondo – che si apprestano a concludere il loro periodo di studio in Italia.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il periodo trascorso nel nostro Paese vi avrà consentito di avvicinarvi, anche attraverso l’apprendimento della nostra lingua, alle tante espressioni culturali e al nostro stile di vita che, con esse, forma parte integrante del patrimonio del nostro Paese.

La vostra presenza ha, contemporaneamente, arricchito l’esperienza di tutti coloro che hanno interagito con voi, autentica “finestra sul mondo”, preziosa occasione di crescita comune nella reciproca conoscenza.

Una pratica di vita così significativa come quella di vivere una parte della propria formazione in un Paese diverso dal proprio rappresenta il contributo migliore alla causa della reciproca comprensione.

In questo spirito, rinnovo a tutti voi i miei più calorosi rallegramenti e vi auguro un felice rientro a casa.

Ma mentre un ciclo si chiude, già se apre uno nuovo. Infatti, atri 800 adolescenti di tutto il mondo stanno preparando i bagagli per arrivare a inizio settembre in Italia. Molti sanno già chi li ospiterà, ma è ancora possibile fino a fine luglio per le famiglie italiane proporsi per accogliere uno studente straniero. È sufficiente chiamare i volontari della zona in cui si risiede e fissare un colloquio conoscitivo.

Tutte le informazioni sono reperibili sul sto di Intercultura www.intercultura.it.

CONDIVIDI