Home Archivio storico 1998-2013 Generico Interfaccia Scuola

Interfaccia Scuola

CONDIVIDI

Si chiama “Interfaccia Scuola” il progetto  che il Ministero della Pubblica Istruzione intende estendere nei prossimi mesi a tutte le scuole italiane per favorire la diffusione della cultura della comunicazione e della informazione.
Nella sua fase sperimentale il progetto – realizzato con la collaborazione del Dipartimento della comunicazione della Università di Siena – ha avuto una durata di un paio d’anni, dai primi mesi del 1998 all’inizio del 2000 e attualmente una sua sintetica presentazione è disponibile nel sito Internet del Ministero.
L’ipotesi di lavoro sulla quale si basa il progetto è semplice: la qualità dell’innovazione del mondo della scuola è direttamente proporzionale alla qualità della comunicazione che, all’interno e all’esterno della scuola, si è in condizione di avviare, strutturare e consolidare.
Questi, in estrema sintesi, gli obiettivi del progetto:
• diffondere negli istituti scolastici la consapevolezza dei processi di comunicazione necessari alla realizzazione dell’autonomia scolastica
• sviluppare nei dirigenti scolastici e nei docenti la capacità di analisi e di autovalutazione delle competenze richieste dalle attività di comunicazione
• fornire strumenti per l’approfondimento e il consolidamento delle capacità comunicative
• creare una rete di comunicazione e di scambio di esperienze di eccellenza tra le scuole
• diffondere un sistema di formazione e di comunicazione "on line" .

La sperimentazione, condotta in 60 istituti scolastici, è servita per mettere a punto un modello di comunicazione oltre che un elenco molto dettagliato delle diverse competenze che afferiscono al processo di comunicazione.
Per favorire la diffusione della pratica della comunicazione nella scuola dell’autonomia i ricercatori che hanno condotto la fase sperimentale, hanno realizzato anche un pacchetto formativo integrato composto da un manuale, un volume che raccoglie alcune pratiche di comunicazione scolastica realizzate dalle scuole, un corso di formazione su Cd-Rom ed uno sito  Web con utilizzo di tutor per la formazione assistita a distanza.
Nell’immediato il progetto verrà diffuso in tutte le Scuole Medie; successivamente sarà esteso a tutte le altre scuole.

CONDIVIDI