Home Alunni “Ivo va a Scuola”: quando il robot aiuta i bimbi in ospedale

“Ivo va a Scuola”: quando il robot aiuta i bimbi in ospedale

CONDIVIDI

Con il progetto “Ivo va a scuola”, realizzato da Elmec informatica, fornitore di servizi IT in oltre 100 Paesi, i piccoli pazienti degli ospedali possono collegarsi in video streaming con la scuola grazie a un tablet, a un robot e alla connessione a banda larga fino a 100 Mbit/s offerta da Eolo.

Così possono partecipare alla lezione, telecomandando il robot al loro posto, e interagire con i compagni e gli insegnanti.

Dietro ci sarebbe una storia singolare.

Un socio di Elmec Informatica, volendo offrire al figlio di un dipendente l’occasione di tornare alla normalità durante il ricovero in ospedale, ha ideato questo marchingegno.

In mezzo alla notizia

E di fronte al successo ottenuto hanno pensato di fare un progetto più su larga scala, mettendo a disposizione 10 robot per altrettanti istituti della provincia di Varese e soprattutto attraverso la fondazione Giacomo Ascoli, a cui sono stati dati altri 10 robot per supportare il progetto come centro di raccolta e coordinamento.

Il progetto offerto ad alcune scuole

Oggi il progetto viene offerto a bambini e ragazzi delle scuole di Varese, Arcisate, Casciago e Busto Arsizio ricoverati presso l’Ospedale Del Ponte di Varese, all’Istituto dei Tumori di Milano e al Policlinico San Matteo di Pavia, o che stanno trascorrendo a casa un lungo periodo di degenza.

In pratica attraverso un tablet il bambino può comandare un robot su ruote con un supporto verticale a sua volta dotato di un tablet.

Al posto del bimbo un robot

Il robot presente in classe trasmette in streaming le lezioni e le immagini della vita della classe mentre il bambino ospedalizzato o da casa, può guidare il proprio robot dotato di ruote per poterlo muovere nella classe, seguire i propri compagni, parlare e interagire con loro.