Home Archivio storico 1998-2013 Generico L’Iti Cannizzaro di Catania al Cern con il progetto Eee

L’Iti Cannizzaro di Catania al Cern con il progetto Eee

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Questo progetto, diretto dal prof. Antonino Zichichi, coordinato a livello locale dal prof. Francesco Riggi del Dipartimento di Fisica dell’Università di Catania, accolto e sostenuto dal Dirigente Scolastico prof. Salvatore Indelicato, è volto alla realizzazione di una rete di telescopi per la rivelazione di raggi cosmici estesa sul tutto il territorio nazionale.
Il gruppo costituito dal prof. Antonio Atalmi, referente del progetto per la scuola catanese, il prof. Martino Rapisarda, gli studenti Borgesi Damiano, Cristaudo Daniele e Napoli Massimo, ha lavorato per una settimana nel laboratorio ginevrino, il più grande centro internazionale di ricerche nel campo della fisica nucleare, vivendo un’esperienza estremamente interessante sia per quanto riguarda l’attività di costruzione del rivelatore Multigap Resistive Plate Chamber Mrpc per muoni cosmici che per le opportunità di formazione e contatti con il personale tecnico e scientifico del laboratorio europeo, del Dipartimento di Fisica e della sezione dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Infn di Catania che lo ha affiancato durante tutto il soggiorno. Il gruppo dell’Iti Cannizzaro ha completato la costruzione delle tre camere del rivelatore nel tempo a disposizione ricevendo attestazioni di elogio per la qualità del lavoro svolto e la serietà e impegno dimostrati. Oltre all’attività di costruzione, che ha impegnato i cinque componenti del gruppo dalle 9 alle 17dei giorni feriali, insegnanti e studenti hanno usufruito di una serie di presentazioni sulle attività scientifiche del Cern e sulle loro ricadute tecnologiche e di una straordinaria visita guidata all’area sperimentale in cui è in fase di installazione il grande multirivelatore Alice presso il nuovo acceleratore Lhc, anch’esso in fase di costruzione. Sempre presso il Cern essihanno potuto visitare la grande mostra permanente Microcosm realizzata con una didattica multimediale innovativa estremamente interessante ed efficace. Durante il soggiorno alle attività di laboratorio, di formazione e didattiche, sono state affiancate varie occasioni per visitare la città. Gli studenti partecipanti hanno mostrato un grado di maturità notevole, si sono fatti apprezzare e hanno vissuto assieme agli insegnanti questa esperienza con grande entusiasmo e impegno.Questa missione al Cern rappresenta per l’Iti Cannizzaro una fase del progetto Estreme Energy Events, iniziato con quest’anno scolastico earticolato in attività di tipo seminariale e di stage presso il Dipartimento di Fisica di Catania. Essoproseguirà quest’anno con l’installazione e i test di funzionamento del rivelatore Mrpc costruito al Cern presso un laboratorio appositamente destinato e attrezzato dell’Iti Cannizzaro di Catania e si svilupperà negli anni successivi con l’acquisizione e l’analisi dati.L’attività condotta dal gruppo dell’Iti Cannizzaro presso il Cern sarà presentata dal prof. Antonio Atalmi al I Workshop Scuola-Università su progetti ed esperimenti didattici di fisica che si terrà il 7 aprile presso il Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Catania.
 
 
 
 
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese