Home Alunni L’ultima moda: ‘sballarsi’ prima di entrare a scuola. A Reggio Emilia un’alunna...

L’ultima moda: ‘sballarsi’ prima di entrare a scuola. A Reggio Emilia un’alunna si sente male

CONDIVIDI
  • GUERINI

Farsi una ‘canna’ a scuola, o poco prima di entrarci, è un po’ come riuscire a rubare a casa dei ladri. Questo deve essere stata la motivazione che ha portato di un gruppo di studentesse del reggiano a frequentare la scuola dopo aver assunto stupefacenti, sembra ‘leggeri’. Le droghe, fornita a volte gratuitamente e in altri casi a pagamento erano diventate quasi un rito.

Solo che il 28 febbraio une delle giovani che assumevano cannabis si è sentita male in classe: la ragazza, minorenne, ha accusato un malessere così diffuso da dover ricorrere all’aiuto di compagni e docenti. Che hanno subito allertato i medici. Ma non solo: i prof dell’istituto di Castelnovo Monti, in provincia di Reggio Emilia, hanno anche informato dell’accaduto i carabinieri del Nucleo operativo. I quali hanno scoperto un rituale che si svolgeva ormai da qualche mese.

Icotea

Gli studenti, tutti adolescenti della provincia di Reggio Emilia, si ‘sballavano’ prima della lezione con una regolarità di circa due volte la settimana. I principali protagonisti della vicenda sono risultati essere un diciottenne e due minorenni residenti in provincia di Reggio Emilia, che i militari hanno denunciato alla Procura reggiana e alla Procura dei minorenni di Bologna per spaccio di sostanze stupefacenti. Uno dei due minori è anche accusato di lesioni come conseguenza di altro reato: sarebbe stato lui a procurare la ‘canna’ fumata dalla studentessa che si è poi sentita male a scuola.

“L’attività investigativa avviata a seguito del malore –scrive l’Ansa – ha rivelato che da alcuni mesi un gruppo di ragazze, tutte minorenni, prima di entrare a scuola faceva uso di stupefacenti forniti, a volte gratuitamente e in altri casi a pagamento, dagli indagati”.

Resta da capire, prima di tutto, che tipo di disagio ci sia dietro queste azioni. E, in seconda battuta, con che quale stato d’animo queste giovani affrontino le lezioni, subito dopo essersi concesso lo ‘sballo’, qualche minuto prima di sedersi sui banchi.

Metti MI PIACE sulla nostra pagina Facebook per sapere tutte le notizie dal mondo della scuola