Home Generale La Buona Scuola e il refuso subito corretto

La Buona Scuola e il refuso subito corretto

CONDIVIDI

Qualcuno si affretta a parlare diun piccolo errore d’ortografia, un refuso come tanti, subito corretto. Peccato che quel refuso fosse contenuto in un manifesto del PD, pubblicato on line e rilanciato dall’account Twitter del Partito Democratico Scuola.

Errore contenuto beffardamente nell’angolo in alto a sinistra di un volantino che annunciava l’incontro del premier Matteo Renzi con il mondo della Scuola, previsto per il prossimo 22 febbraio a Roma. In un articolo su Il Fatto Quotidiano a tal proposito si scrive: “In calce i simboli dei senatori e dei deputati democratici. L’account twitter del Pd Scuola condivide la nota stampa, con annesso volantino completo di errore. Il giornalista Danilo Chirico se ne accorge e risponde al tweet del Pd. “Un anno non si scrive proprio così – fa notare – ma apprezziamo la volontà. Andateci a #labuonascuola”.

Icotea

Il riferimento è per l’ormai celebre hashtag lanciato da Renzi per promuovere le misure del suo Governo sull’edilizia scolastica. Peccato che adesso lo stesso hashtag rischi di rivelarsi un boomerang. Dopo il commento di Chirico, dal Pd si accorgono del marchiano errore e provvedono subito a correggere il volantino, e a cancellare i tweet. In rete però rimane il manifesto originale con refuso annesso. Completo di inopportuno apostrofo”.