Home Archivio storico 1998-2013 Generico La Civica Galleria d’arte moderna di Palermo

La Civica Galleria d’arte moderna di Palermo

CONDIVIDI
  • Credion

Museo fondato da Empedocle Restivo che ebbe per consulenti illustri personaggi quali Ernesto Basile, Vittorio Ducrot, Ignazio Florio. La sua istituzione venne approvata dal Consiglio comunale di Palerlmo il 28 marzo 1906. Quattro anni dopo, il 24 maggio 1910, la Galleria viene inaugurata dal re Vittorio Emanuele, proprio in quella sede (il Ridotto del Politeama), considerata provvisoria e che l’ha ospitata fino ad oggi. Le opere ospitate nella Civica Galleria sono 216 di cui 178 dipinti e 38 sculture dal gusto neoclassico, romantico e realistico. Capolavori di grandi maestri da Giuseppe Sciuti a Francesco Lojacono, da Mrio Rutelli a Giuseppe Patania, da Emilio Greco a Renato Guttuso, da Benedetto Civiletti ad Antonio Ugo, solo per citarne alcuni.
Per testimoniare nel mondo la bellezza del Museo, il Sindaco di Palermo, Diego Cammarata, ha voluto coinvolgere trenta personalità del mondo della cultura, della letteratura, delle arti e della finanza quali testimonial dell’iniziativa. Tra di loro Guido Baragli, Eleonora Abbagnato, Pino Caruso, Luigi Lo Cascio, il duo Ficarra e Picone, Giuseppe Sottile, Bruno Caruso.
Nella nuova prestigiosa sede sono stati allestiti spazi per le mostre temporanee, sale per attività didattiche, una biblioteca, un bookshop eduna caffetteria. L’inaugurazione sabato 2 dicembre alle ore 21. 
Il Museo resterà aperto tutti i giorni (tranne il lunedì) dalle ore 9,30 alle 18,30.Ingresso gratuito sino al 6 gennaio.