Home Attualità La ‘dieta degli esami’ per 4 biotipi di studenti

La ‘dieta degli esami’ per 4 biotipi di studenti

CONDIVIDI

“Gestione dello stress, dei tempi di studio, dell’emotività, dell’alimentazione e dell’eventuale integrazione in base allo psico-biotipo morfologico sono fondamentali per superare brillantemente gli esami di stato: all’AdnKronos Salute la specialista in endocrinologia, diabetologia e nutrizione, stila una dieta in base a 4 biotipi.

“Il Cerebrale, iperattivo e talvolta inconcludente, tendenzialmente ansioso, con sonno disturbato, emotivo, colite da stress, mani fredde e sudate solo al pensiero di affrontare l’esame, affamato di zuccheri e sempre più magro – spiega l’esperta – necessita di strategie mirate per migliorare l’efficienza mentale rendendo la mente unidirezionale, ottenere una calma vigile, studiare e arrivare alla maturità in piena efficienza psico-fisica. La colazione deve essere abbondante e ricca di nutrienti, come ad esempio una ciotola di frutta fresca con 20 mandorle e una tazza di fiocchi d’avena con latte (preferibilmente vegetale), oppure pane ai cereali, uova, frutta e verdura”.

Icotea

 

LA TECNICA DELLA SCUOLA E’ SOGGETTO ACCREDITATO DAL MIUR PER LA FORMAZIONE DEL PERSONALE DELLA SCUOLA E ORGANIZZA CORSI IN CUI È POSSIBILE SPENDERE IL BONUS.

{loadposition bonus}

 

Evitare il caffè e il tè “che sono stimolanti e sovra-eccitano ulteriormente il sistema nervoso facendo agitare ulteriormente. Fondamentali gli spuntini che devono essere frequenti a base di frutta fresca anche estratta per ridurre le fibre che possono peggiorare la colite, e mandorle, noci, nocciole e tisane rilassanti al biancospino, melissa, passiflora che riducono le tensioni emotive ed addominali. A pranzo e a cena prediligere pasti completi con cereali integrali o legumi rigorosamente decorticati per evitare l’aggravamento della colite, proteine magre (uova, pesce, carne), verdura cruda o cotta masticata accuratamente”. Vietato studiare di notte, “pena aumento del cortisolo e dell’adrenalina, ormoni dello stress che innescano il catabolismo, la fame ed il nervosismo. Utile il magnesio citrato per favorire il rilassamento e le vitamine B da assumere solo al mattino per migliorare la concentrazione”.

Il Bilioso “controlla in modo efficiente l’emotività, sopporta abbastanza bene le tensioni, vuole eccellere senza stressarsi mantenendo anche una buona forma fisica – descrive l’esperta – Può beneficiare di lievi stimolanti del sistema nervoso come il tè verde da bere più volte nell’arco della giornata entro le ore 16, di una colazione sia dolce sia salata e di spuntini ogni 3-4 ore a base di cioccolata fondente, frutta fresca e secca. Pranzo e cena non dovrebbero essere mai saltati e contemplare una buona quota di verdura, cereali integrali senza eccedere e proteine magre. Per favorire il sonno utile la teanina, che aumenta il ritmo alpha cerebrale ed il rilassamento. Evitare di andare a dormire dopo le 23”.

Il Sanguigno probabilmente “è il biotipo meno agitato in previsione della maturità e cerca di fare meno fatica possibile per raggiungere un risultato accettabile se è tendenzialmente robusto e razionale – prosegue – Necessita di essere invogliato a studiare e ad aumentare le attitudini intellettuali per le quali è tendenzialmente svogliato. Utili il tè verde ricco di antiossidanti da bere più volte al giorno, sino a 4, per attivare il metabolismo, il ginseng e le vitamine del gruppo B. Se il biotipo è sanguigno ma con componenti cerebrali, può manifestare ansia da prestazione simile al cerebrale, al quale si rimanda per i rimedi”.

Infine il Linfatico “è pletorico, pigro, rallentato, con sonnolenza e per niente allarmato dagli esami e spera di superarli positivamente, con un rassegnato ottimismo in caso di fallimento. Per lui – conclude la specialista – sono utili stimolanti del sistema nervoso e del metabolismo come il tè verde, il caffè verde in tisana, il guaranà da bere più volte nella giornata, e soprattutto ridurre l’introito di zuccheri semplici e prediligere le proteine magre e la verdura con il fine di minimizzare la sonnolenza e la pigrizia”.