Home Generale La lotta all’evasione comincia dai banchi di scuola

La lotta all’evasione comincia dai banchi di scuola

CONDIVIDI

Per attrarre l’attenzione di un bambino di 8-10 anni bisogna parlare il suo linguaggio. Partendo da questo presupposto, i commercialisti milanesi hanno creato un cartone animato per spiegare cosa sono le tasse: il cartone, con all’interno un ‘Decalogo del piccolo contribuente’, verrà presentato nelle scuole primarie.

L’intento è quello di far comprendere ai bambini “il concetto di legalità fiscale”, in modo che l’iniziativa “diventi uno strumento utile per combattere l’evasione che affligge il nostro paese”.

Icotea

La presentazione del progetto, denominato ‘I commercialisti nelle scuole’, è stata fatta il 29 maggio del presidente dell’Associazione italiana dottori commercialisti di Milano, Lodovico Gaslini, promotore dell’iniziativa assieme all’Ordine di categoria. L’obiettivo complessivo è di “diffondere una nuova cultura fiscale in Italia”, con l’auspicio di riuscire ad estendere il progetto su tutto il territorio nazionale coinvolgendo anche gli studenti delle scuole medie e superiori.

Si partirà il prossimo anno scolastico, il 2014/2015, da Milano con ‘Ti spiego le tasse’, primo intervento ideato per gli alunni di quarta e quinta elementare che sarà illustrato da volontari formati ad hoc. Si tratta di un cartoon che ripercorre una giornata tipo di un bambino evidenziando l’importanza dei servizi erogati dallo Stato grazie al pagamento delle tasse. ”Il messaggio che vogliamo far arrivare è che chi non paga le tasse è nemico della comunità”, spiega il presidente dell’Ordine dei commercialisti di Milano, Alessandro Solidoro, presentando il ‘Decalogo del contribuente’, un insieme semplice enunciati “che ci auguriamo possano costituire il filo rosso di un nuovo comportamento etico e responsabile”.