Home Archivio storico 1998-2013 Generico La promozione dell’Enogastronomia nelle scuole

La promozione dell’Enogastronomia nelle scuole

CONDIVIDI
webaccademia 2020
Oltre alle degustazioni e agli incontri fra scrittori e studenti delle scuole superiori nell’ambito del “Premio Grinzane Cavour”, grande spazio è stato dato ai laboratori per bambini di scuola elementare: tra gli altri, “Viaggi fra le Fiabe”, ciclo di fiabe raccontate da Riccardo Francaviglia e Margherita Sgarlata, e “Incontriamo la Cina in cucina. Viaggio fantastico nelle pieghe della fantasia”, laboratorio di viaggio creativo a cura di Romina Mancuso ed Effatà Editrice.
Un pecorso di educazione alla lettura e al libro, inteso come “strumento di viaggio nel mondo della creatività attraverso attività pratiche, ricette e giochi, alla base dei miei laboratori e dei miei libri”. Lo afferma Romina Mancuso, sociologa di Palermo ed esperta di attività di educazione creativa per bambini nei musei e nelle scuole, autrice – assieme a Carolina Griffo – del libro/quaderno Lasciatemi cucinare (Effatà Editrice, Torino 2005) e del successivo Incontriamo la Cina in cucina (Effatà Editrice, Torino dicembre 2005), presentato ieri al Salone di Catania e, recentemente, alla Fiera “Più libri più liberi” di Roma. La gastronomia, dunque, come fatto culturale, percorso di fantasia e occasione di crescita attraverso il gioco.
Ma non solo.
L’arte culinaria diviene al “Salone del Libro di Viaggio” anche risorsa per la promozione del turismo in Italia. È in quest’ottica che si deve interpretare la presenza con un apposito stand del MIUR (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca). Con queste parole spiega il senso dell’iniziativa il dott. Cittadini della Direzione Generale per la Comunicazione:“Valorizzare il territorio, e quindi anche la sua gastronomia tradizionale, grazie alla formazione di personale specializzato nel settore del turismo e della ristorazione qualificata, è oggi una delle mission del Ministero. È finita l’era dell’amministrazione centralizzata senza contatto con i cittadini. Dopo la legge 241, dal ’90 in poi, la nostra struttura si apre all’esterno e si pone al servizio dei cittadini attraverso vere e proprie campagne comunicative e l’apertura dell’URP (Ufficio Relazioni col Pubblico). Per questo presentiamo qui al Salone una nuova pubblicazione, Sapori d’Italia dalla scuola al piatto (Miur, Gennaio 2006), che divulga il valore culturale della nostra tradizione culinaria e il lavoro svolto dagli Istituti Alberghieri di tutta Italia, invitati a proporre ricette enogastronomiche di qualità rappresentative del proprio territorio, fornendo anche indicazioni sull’origine dei piatti e valorizzando così l’eccellenza del nostro sistema educativo”.
CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese