Home Attualità La regionalizzazione della scuola e il principio della rana bollita

La regionalizzazione della scuola e il principio della rana bollita

CONDIVIDI

Il “principio della rana bollita” è stato utilizzato dal filosofo americano Noam Chomsky per descrivere la Società e i Popoli che accettando passivamente, il degrado, le vessazioni, la scomparsa dei valori e dell’etica, accettando di fatto una deriva irrecuperabile. Per far capire meglio di cosa si tratta immaginiamo un pentolone pieno d’acqua fredda nel quale nuota tranquillamente una rana. Il fuoco è acceso sotto la pentola, l’acqua si riscalda pian piano. Presto diventa tiepida. La rana la trova piuttosto gradevole e continua a nuotare. La temperatura sale. Adesso l’acqua è calda. Un po’ più di quanto la rana non apprezzi. Si stanca un po’, tuttavia non si spaventa. L’acqua adesso è davvero troppo calda.

Tommaso Barone

La rana la trova molto sgradevole, ma si è indebolita, non ha la forza di reagire. Allora sopporta e non fa nulla.

Icotea

Intanto la temperatura sale ancora, fino al momento in cui la rana finisce – semplicemente – morta bollita. Se la stessa rana fosse stata immersa direttamente nell’acqua a 50° avrebbe dato un forte colpo di zampa, sarebbe balzata subito fuori dal pentolone. Si può affermare che quanto sopra descritto sia una metafora riguardante le recenti politiche di regionalizzazione della scuola (politiche perseguite da diversi anni quando l’acqua era fredda), dove il fuoco sotto la pentola è acceso dagli esecutori della regionalizzazione (egioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna) mentre la rana rappresenta i cittadini meridionali (sempre più stanchi ed indeboliti da politiche mirate).

Un esempio che serve ad avvisare le persone del sud che l’adattarsi non è sempre la scelta migliore da fare, anzi, spesso è la peggiore.

Da qualche giorno la rete RIOSUM (Rete Insegnanti Orientamento Studenti Università Meridionali) con il proprio impegno di orientamento in uscita per indirizzare i propri studenti verso le Università meridionali e coniugando una continuità formativa verso dipartimenti di eccellenza meridionali rappresenta un esempio virtuoso per evitare al mezzogiorno d’Italia di essere bollito da politiche divisive al pari della rana di Chomsky.

 

LEGGI ANCHE

Regionalizzazione: se passa, 1 miliardo in più per la scuola di Milano e Venezia
Regionalizzazione, brusco stop: i dubbi del M5S raccolti dal premier Conte, testi “immodificabili” dalle Camere e incostituzionali
Regionalizzazione, reclutamento a livello locale e gestione degli organici
Regionalizzazione, aumenti consistenti di stipendio, ma solo con contratto integrativo
Regionalizzazione Veneto al via: firmata l’intesa Regione/MEF
Regionalizzazione scuola, tutti contro: ma la Lega ordina l’avanti tutta
Regionalizzazione scuola, prof. terroni rischiano contratti e stipendi differenziati
Regionalizzazione della scuola: ci sono già diversi esempi. In Sicilia le tasse restano quasi tutte in regione
Granato (M5S), regionalizzazione istruzione a saldi invariati
La regionalizzazione della scuola presentata in CdM, sindacati imbufaliti: la Uil pronta allo sciopero
Regionalizzazione scuola: è prevista da Costituzione e Contratto di Governo