Home Attualità L’alternanza diventa “opportunità”. Novità per sostegno. Il piano di Bussetti

L’alternanza diventa “opportunità”. Novità per sostegno. Il piano di Bussetti

CONDIVIDI

Novità per l’alternanza scuola/lavoro.

Già nelle scorse settimane, il ministro dell’Istruzione, Marco Bussetti, aveva ventilato l’ipotesi di un netto cambio di rotta sullo strumento, uno dei cardini della riforma Buona Scuola.

Icotea

Adesso sembra che, dopo la modifica all’interno del decreto Milleproroghe che dà meno peso all’alternanza in sede di esame di maturità, il meccanismo venga rivisto anche durante l’anno scolastico.

Sulla bozza di Pnr, il Programma nazionale di riforma, esaminato ieri dal consiglio dei ministri, così come segnala Il Sole 24 Ore, “si intende rivedere l’istituto dell’alternanza scuola-lavoro, non più da considerarsi come un obbligo ma come un’opportunità sia per gli studenti che per le strutture, con percorsi di qualità, rispondenti a standard di sicurezza elevati e coerenti con il percorso di apprendimento dello studente interessato”.

Sono allo studio diverse misure per garantire le prestazioni e i servizi necessari per raggiungere la piena inclusione scolastica e assicurare il diritto allo studio agli studenti diversamente abili o con bisogni educativi speciali.

Si migliorerà la formazione iniziale dei docenti di sostegno e saranno utilizzati nuovi strumenti per l’aggiornamento continuo e la valorizzazione professionale del corpo docente, attraverso la revisione del sistema di reclutamento.

Sarà inoltre valorizzato il ruolo il personale Ata anche attraverso la formazione in servizio del personale di segreteria.