Home Università e Afam L’autovalutazione dei prof anche nel test di medicina

L’autovalutazione dei prof anche nel test di medicina

CONDIVIDI
  • GUERINI

“ 2. Un ispettore ministeriale ha visitato una scuola primaria. Secondo l’ispettore, per massimizzare l’efficienza della scuola, gli insegnanti dovrebbero essere consapevoli delle loro capacità di insegnamento e di quelle dei propri colleghi. Nella scuola lavorano 20 insegnanti. Ad ogni docente è stato chiesto di classificare le proprie capacità di insegnamento, paragonandole a quelle dei colleghi, e di elencare quindi in ordine di bravura tutti i docenti della scuola, compresi se stessi, in una classifica discendente con posizioni da 1 a 20. Tutti gli insegnanti della scuola hanno inserito il proprio nome in una delle prime 10 posizioni in classifica.

Quale delle seguenti affermazioni è totalmente sostenuta dal brano precedente?

Icotea

A) Non tutti gli insegnanti sono stati in grado di valutare le proprie capacità di insegnamento in maniera accurata

B) Nella scuola lavorano insegnanti le cui abilità sono al di sopra della media nazionale

C) Non si è riusciti a stilare una classifica delle capacità di insegnamento dei docenti nella scuola

D) Non dovrebbe essere permesso agli insegnanti di valutare le proprie capacità di insegnamento

E) La metà degli insegnanti ha saputo valutare i colleghi in maniera accurata “

Tenendo presente che la risposta esatta alla domanda è quella contrassegnata con la lettera A “Non tutti gli insegnanti sono stati in grado di valutare le proprie capacità di insegnamento in maniera accurata “, nasce spontanea una semplice riflessione: perché elaborare un item che getta un velo di discredito professionale sulla categoria degli insegnanti? Forse è solo una svista organizzativa, un’imprudenza docimologica, una confidenza di sistema, ma se così non fosse, il dubbio di un tentativo ( probabilmente non voluto ) di discredito professionale, che sminuisce le capacità di un’intera categoria di lavoratori, si potrebbe fare spazio nelle menti degli studenti aspiranti medici e in quelle di tutta l’opinione pubblica. In particolare da questo item parte un messaggio negativo verso l’opinione pubblica, che è già poco incline a considerazioni favorevoli riguardanti il mondo degli insegnanti. Sembra a prima vista una cosa di poco conto, ma a ben guardare il problema è molto più delicato di quanto si pensi.