Home Attualità Le minacce dei genitori per riammettere i figli in quarantena

Le minacce dei genitori per riammettere i figli in quarantena

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Il responsabile della provinciale di Novara della Federazione medici pediatri, ha denunciato che «Negli ultimi giorni ho ricevuto varie comunicazioni da parte dei colleghi pediatri, operanti all’Asl Novara, relative ad aggressioni verbali e comportamenti intimidatori da parte dei genitori di loro assistiti», che pretendevano la riammissione a scuola dei propri figli in quarantena, decisione per altro non modificabile e di esclusiva competenza del Sisp dell’Asl.

La notizia l’abbiamo presa dalla Stampa che riporta le dichiarazioni di altri pediatri impegnati sul campo: «Il mio timore è che questo clima di tensione possa degenerare in comportamenti sempre meno rispettosi e potenzialmente pericolosi per l’incolumità degli operatori. Prima eroi, ora oggetto di minacce: è la nuova realtà con la quale i medici devono confrontarsi con il ritorno della pandemia-Covid.  Questi atteggiamenti vanno contrastati con tutti i mezzi che la legge mette a disposizione, nell’interesse di un normale rapporto medico-paziente e di un corretto svolgimento della professione pur in situazioni comprensibilmente critiche per tutti, come quella che stiamo attraversando. Per questo, l’Ordine è a disposizione per intraprendere, come è già avvenuto in passato con esiti positivi, le necessarie azioni legali». 

ICOTEA_19_dentro articolo
Preparazione concorso ordinario inglese