Home Generale Le misure del “Green new deal”

Le misure del “Green new deal”

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Il governo ha stanziato con la legge di bilancio risorse per 33 miliardi da spendere in 15 anni ma da programmare subito per partire rapidamente.

A queste vanno aggiunte le risorse che sarà possibile recuperare con l’emissione di titoli di Stato green, pure previsti dalla legge di bilancio: obbligazioni verdi per finanziare investimenti per il contrasto al cambiamento climatico e la protezione dell’ambiente.

Stabilire i criteri per assegnare i fondi

Bisogna stabilire dunque i criteri per assegnare le risorse del fondo per gli investimenti green su cui transiteranno 20,8 miliardi fino al 2034, ma sono pure previsti accordi con Bei, Cdp e sistema bancario.

ICOTEA_19_dentro articolo

Le priorità -si legge sul Sole 24 Ore- del “fondo” saranno economia circolare, decarbonizzazione, riduzione delle emissioni, risparmio energetico, sostenibilità ambientale e «programmi di investimento per progetti di carattere innovativo». Bisogna aggiungere che questo “fondo” è il terzo della serie.

Finanziati anche i comuni

Le risorse per il “Green new deal” prevedono fondi  per i comuni che avranno una dotazione di 400 milioni l’anno dal 2025 al 2034 (totale 4 miliardi) facilmente spendibili per opere di edilizia pubblica, inclusi manutenzione e sicurezza ed efficientamento energetico, manutenzione della rete viaria, dissesto idrogeologico, prevenzione del rischio sismico e valorizzazione.
Gli enti locali, nel periodo 2020-2034, disporranno anche di tre miliardi per interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di messa in sicurezza ed efficientamento energetico delle scuole, degli edifici pubblici e del patrimonio comunale, nonché per investimenti di messa in sicurezza di strade.

Le Regioni

Previsti inoltre  contributi alle regioni a statuto ordinario per circa 5miliardi e mezzo nel periodo 2021-2034 che pure vanno pianificati.

Altri 462 milioni (33 milioni l’anno dal 2020 al 2023 e 66 milioni di euro dal 2024 al 2028) serviranno a finanziare la partecipazione italiana alla ricostituzione del «Green Climate Fund».

Contro l’amianto

Fondi anche per la progettazione degli interventi di bonifica di beni contaminati da amianto: 4 milioni di euro aggiuntivi per ciascuno degli anni 2020, 2021 e 2022 ed estensione anche agli interventi di bonifica delle navi militari.

I comuni dovranno convertire almeno il 50 per cento dei loro mezzi di servizio con veicoli alimentati ad energia elettrica, ibrida o a idrogeno.

CONDIVIDI
Preparazione concorso ordinario inglese