Home I lettori ci scrivono Lettera al ministro Fioramonti: migliaia di ingiustizie sotto gli occhi dei docenti

Lettera al ministro Fioramonti: migliaia di ingiustizie sotto gli occhi dei docenti

CONDIVIDI

Salve gentile Ministro Fioramonti, sono un’insegnante di MUSICA siciliana e le scrivo per segnalarle le migliaia di ingiustizie che scorrono giornalmente sotto gli occhi di noi docenti, specialmente presso l’USP della provincia in cui vivo e lavoro: MESSINA.

Intanto mi congratulo con lei per il ruolo che le è stato assegnato e le AUGURO di poterlo portare avanti con SERIETÀ, RESPONSABILITÀ e UMILTÀ… doti che credo gìà la caratterizzino  come uomo e professionista.

Ma vado subito al dunque…

ICOTEA_19_dentro articolo

come dicevo, l’USP di Messina, ogni anno, specialmente in questo periodo, dimostra incapacità e negligenza nel gestire le ASSEGNAZIONI PROVINCIALI e INTERPROVINCIALI, commettendo innumerevoli errori a danno di molti di noi che con onestà e perseveranza vanno avanti nonostante i mille disagi arrecati da questo SISTEMA CORROTTO che avvantaggia gente senza merito mirante alle escamotage (come “false 104” e “false dichiarazioni di titoli” ) per ottenere posti sotto casa, allontanando chi invece dovrebbe ottenerlo di diritto.

Da anni la situazione si presenta come la descrivo, ma nessuno ha il coraggio di parlare,  perchè molti, prima o poi, ricevono il favore del personaggio di turno che “sistema le cose” per alcuni ledendo palesemente i diritti di altri.

Credo sia arrivato il momento di chiedere delle ISPEZIONI SERIE che controllino l’operato degli UFFICI SCOLASTICI SICILIANI tutti, e in particolar modo di quello Messinese che, tra l’altro, a causa dei notevoli ritardi nelle operazioni suddette, blocca tutta la MACCHINA SCUOLA, arrecando danni ai principali protagonisti del sistema scolastico: GLI ALUNNI!!!

Questi si ritrovano senza insegnanti o con docenti che si avvicendano durante i primi due/tre mesi di scuola e oltre…

Certa di un positivo riscontro le invio CORDIALI SALUTI e un grosso in bocca al lupo!

Sabrina Gallà