Home I lettori ci scrivono Lettera alla Ministra dei vincitori NON-assunti del concorso DSGA-Emilia Romagna

Lettera alla Ministra dei vincitori NON-assunti del concorso DSGA-Emilia Romagna

CONDIVIDI
  • Credion

Gentilissima Ministra Lucia Azzolina,
Le invio questa mail per segnalarle ciò che che sta avvenendo in queste ore presso l’Ufficio Scolastico Regionale dell’Emilia Romagna, con riferimento al concorso DSGA.
Tale concorso, iniziato nel 2018, si è caratterizzato in Emilia Romagna per una strana serie di sfortunati eventi: diverse dimissioni di presidente e membri della commissione; conseguente dilatazione dei tempi delle correzioni degli scritti e di pubblicazione del calendario degli orali.

Ad oggi, né la graduatoria provvisoria, né la graduatoria definitiva, né l’elenco delle sedi disponibili sono stati pubblicati, nonostante la procedura rientrasse nei termini derogati dalla legge n. 126 del 13-/10/2020, che all’art. 32-ter (Misure urgenti per garantire la funzionalità amministrativa delle istituzioni scolastiche), ha previsto che “Al fine di garantire la piena operatività delle istituzioni scolastiche, limitatamente all’anno scolastico 2020/2021 e in deroga ai termini previsti dall’articolo 4 -bis del decreto-legge 3 luglio 2001, n. 255, convertito, con modificazioni, dalla legge 20 agosto 2001, n. 333, nelle regioni nelle quali le procedure del concorso pubblico di cui all’articolo 1, comma 605, della legge 27 dicembre 2017, n. 205, non si sono concluse con l’approvazione della graduatoria di merito entro il 31 agosto 2020, le immissioni in ruolo dei vincitori sono effettuate a seguito dell’approvazione delle graduatorie di merito, purché entro il 31 dicembre 2020, nei limiti dei posti autorizzati per l’anno scolastico 2020/2021”.

Icotea

Si è appreso, in queste ultime ore, da fonti sindacali, di  rinvii “sine die” sulla pubblicazione della graduatoria e delle relative immissioni in ruolo dei vincitori del concorso in Emilia Romagna, come, al contrario, fatto in tutte – e sottolineo TUTTE – le altre regioni d’Italia (se si eccettua il Lazio).

A fronte di ciò, è facilmente ipotizzabile che verranno prorogati i contratti degli attuali Dsga FF (ovvero Assistenti Amministrativi senza titolo specifico di studio per ricoprire il ruolo – Laurea Magistrale/Specialistica in Scienze Politiche, Economia e Giurisprudenza – che NON hanno superato il concorso per titoli di studio e prove selettive per il ruolo di Dsga) per tutto il vigente anno scolastico.

Appare altresì evidente che la posizione di noi concorsisti vincitori in Emilia Romagna non è stata in alcun modo tutelata da nessuno, neanche nei recenti incontri tra USR ed OO.SS, privilegiando, probabilmente, altri specifici interessi.

Non a caso, si prospetta l’idea di un concorso riservato per gli amministrativi FF, ancorché, ribadisco, privi del titolo studio per l’accesso, che si sostanzia, dal 2000, dai titoli di studio universitari di secondo livello, citati in precedenza.

Aggiungo che noi tutti, in questi lunghi due anni, abbiamo dovuto fare sacrifici a vari livelli -familiare, grandissimo impegno nello studio, economico- che non possono, a mio parere, essere mortificati.

Inoltre, molti hanno anche già operato delle scelte di vita e lavorative nella legittima aspettativa dell’assunzione a dicembre 2020/gennaio 2021.

Pertanto, Le chiedo di intervenire ope legis in modo da prevedere la nostra assunzione il prima possibile, ristabilendo così i principi costituzionali (e non solo) che sono alla base di tutte le procedure concorsuali pubbliche.

Rimaniamo in attesa di un gentile riscontro.

I VINCITORI del Concorso DSGA dell’Emilia Romagna