Home I lettori ci scrivono Lettera di una precaria disperata

Lettera di una precaria disperata

CONDIVIDI
  • Credion

Ancora una volta i precari si sentono presi in giro. La Ministra Azzolina aveva annunciato, e fatto inserire nel Decreto Cura Italia, l’art.121 affinché in questo periodo così assurdo venissero prorogate le supplenze di tutti i docenti anche nel caso in cui rientrasse il titolare.

Il post della Ministra in cui annunciava ciò è ancora presente nelle pagina facebook della stessa. Ciò detto: la Ministra ci sta prendendo in giro dato che le scuole non possono più prorogare i contratti.

Icotea

La Azzolina e il MI sono ancora legati alla burocrazia, ai centesimi etc nel senso che decideranno se permettete di nuovo se prolungare le supplenze in caso di rientro del titolare solo a determinate condizioni.

Ella invece aveva detto, e tutto il Governo, che nessuno sarebbe stata licenziato invece dal 3 aprile migliaia di precari -supplenti brevi- hanno perso il loro dopo che da marzo hanno assicurato la didattica a distanza. Ad oggi 15 aprile la Ministra ci “ha licenziato” e non ha speso una riga per noi nonostante sia molto attiva nei social.

Lia Torroni