Home I lettori ci scrivono Lettera docenti concorso Sicilia

Lettera docenti concorso Sicilia

CONDIVIDI
  • Credion
Gentilissimo ministro dott.ssa Maria Chiara Carrozza,
Gent.mo Direttore Ufficio Scolastico Regionale Sicilia Dott.ssa Altomonte,
Le scriviamo in rappresentanza di un gruppo di docenti precari di scuola primaria e infanzia della regione Sicilia.
Abbiamo preso parte, con esito positivo, al concorso docenti indetto con D.M. il 24 settembre 2012. Le nostre graduatorie definitive non sono state pubblicate prima del 31/8/2013 e quindi in tempo per le immissioni in ruolo per l’a.s. 2013/14, nonostante il grande lavoro dei commissari che purtroppo non avevano l’esonero dal servizio, considerato anche l’alto numero di candidati nella nostra regione.
Dunque per noi nessuna immissione in ruolo dal concorso 2012. Dovremo attendere un altro anno, se ci va bene. Nonostante il Bando prevedesse che i posti disponibili nell’anno scolastico 2013/14 fossero riservati ai vincitori di tale concorso, l’Usr Sicilia ha purtroppo dovuto nominare in ruolo dal precedente concorso, le cui graduatorie sono tuttora in vigore.
Leggiamo ora di una bozza di Circolare Ministeriale secondo la quale, per le immissioni su sostegno previste dal Decreto scuola, non si andrà oltre al numero dei posti previsti dal bando del concorso 2012 e si attingerà invece, (per le assunzioni in eccesso al numero dei posti del Bando), dal concorso precedente (nel nostro caso del 1999). Poiché le graduatorie di questo concorso restano in vigore fino a quello successivo, così come recita il Testo Unico, “Art. 400 comma 17: le graduatorie relative ai concorsi per titoli ed esami restano valide fino all’entrata in vigore della graduatoria relativa al concorso successivo corrispondente”, riteniamo che sia improponibile “ripescare/riesumare” le graduatorie del vecchio concorso del 1999, che appunto secondo il TU decadono con la pubblicazione della graduatoria definitiva del concorso successivo.
Chiediamo quindi, per le assunzioni sul sostegno, una deroga al numero dei posti a bando, considerato anche che i posti disponibili sono aumentati in seguito all’ultimo Decreto Scuola.
Chiediamo anche che il 50% di questi posti futuri vengano assegnati ai vincitori del concorso D.M. 24/09/2012, provvisti del titolo necessario.
A nostro avviso sarebbe anche doveroso da parte del Ministero riconoscere il valore e il merito ai vincitori del concorso, superato con grande sacrificio personale e familiare. Ricordiamo che moltissimi tra i vincitori, lavorando a scuola da parecchi anni, hanno già acquisito competenze e professionalità oltre che l’idoneità all’ultimo concorso.
Abbiamo infine letto che il Ministero avrebbe intenzione di bandire un altro concorso docenti.
Riteniamo, in un momento di crisi e scarse risorse economiche come questo, che questo ulteriore concorso sarebbe superfluo oltreché dannoso, visto che in alcune regioni appunto come la Sicilia o il Lazio non ci sono state ancora immissioni in ruolo dei vincitori, che dovranno essere effettuate nei prossimi anni. Anche in altre regioni questa circostanza sarebbe inapplicabile, visto il risicato numero di immissioni in ruolo effettuato nell’ anno scolastico in corso.
Riteniamo inaccettabile dunque questa eventualità, anche per non dare adito ad ulteriori contenziosi tra i vincitori del concorso 2012 e l’amministrazione.