Home Generale Libertà di scelta educativa: Aprea e Gelmini rispondono ad Alfieri

Libertà di scelta educativa: Aprea e Gelmini rispondono ad Alfieri

CONDIVIDI

Ho letto con attenzione e interesse l’appello che Suor Anna Monia ha rivolto ai candidati delle prossime elezioni del 4 marzo affinché prendano posizione sul tema della libertà di scelta educativa da garantire alle famiglie, tra scuola statale e scuola paritaria.

Forza Italia ha sostenuto questo diritto fin dal 1994, da quando è nata. Dal canto mio, come Assessore all’Istruzione, Formazione, Lavoro di Regione Lombardia, in questi ultimi anni ho consolidato con nuove e più mirate politiche, la libertà di scelta educativa già peraltro introdotta dalle precedenti Giunte di centro destra, attraverso il Buono scuola e la Dote scuola.

Insieme all’on. Mariastella Gelmini, che guida la lista del proporzionale di Forza Italia in Lombardia, posso assicurare che la tutela del diritto delle famiglie all’esercizio della scelta educativa in condizioni di parità economica oltre che giuridica, sarà al primo punto delle nostre azioni politiche.

ICOTEA_19_dentro articolo

In coerenza con questo impegno, rilanceremo il “costo standard di sostenibilità” quale strumento maggiormente idoneo a realizzare la parità di trattamento economico, per le famiglie, tra scuola statale e scuola paritaria.

Questa nostra visione, peraltro, trova conferma al punto 8 del Programma di coalizione sottoscritto dai leader di centrodestra, che ribadisce la ferma volontà di attuare politiche pubbliche atte a rendere effettivo il diritto alla libertà di scelta.

Così, Valentina Aprea, assessore all’Istruzione della Regione Lombardia, in merito all’articolo di suor Anna Monia Alfieri, pubblicato su Tecnica della Scuola, lunedì 12 febbraio.

CONDIVIDI