Home Attualità Mamma, ho finito le medie: e ora? A Roma il Comune “grillino”...

Mamma, ho finito le medie: e ora? A Roma il Comune “grillino” scende in campo

CONDIVIDI
  • GUERINI

Ogni anno, oltre mezzo milione di giovani lascia i banchi di scuola oppure li frequenta saltuariamente tanto da non avere alcuna possibilità di successo formativo.

La fascia più a rischio è quella che va subito dopo i 14 anni, con il record di abbandoni che si registrano nel corso del primo anno della scuola superiore. Perché dei 167 mila giovani studenti “dispersi” nell’ultimo quinquennio nel percorso verso la maturità, lo dice uno studio recente di Tuttoscuola, circa 68 mila frequentavano la prima classe superiore.

Icotea

Non è un caso, dunque, se solo poco più della metà dei giovani consegue il titolo e se l’Italia è diventata la più grande “fabbrica” europea di Neet, di giovani fino a 24 anni che non studiano e non hanno un’occupazione.

Per cercare di fornire una risposta valida a questi numeri impietosi – confermati dal tasso nazionale di ritiro in obbligo formativo superiore al 17%, a fronte del 10% massimo indicato da tempo dall’Unione Europea -, anche le istituzioni pubbliche del territorio devono sentirsi coinvolte nel fornire un sostegno agli studenti, alle famiglie e alle agenzie educative.

Partendo da questi presupposti, in questi giorni a Roma è stata avviata l’iniziativa “Mamma, ho finito le medie!”, condotta dall’assessorato Scuola del settimo municipio, per dare indicazioni a genitori e alunni sull’offerta formativa successiva alla licenza media. Con l’intento, quindi, di limitare al massimo l’insuccesso formativo, troppo spesso legato ancora ad un difetto di comunicazione tra gli enti formatori superiori e i giovani iscritti.

Proprio per presentare una panoramica completa dell’offerta formativa, ma anche dei criteri utili alla scelta, sabato 19 novembre, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, la sede municipale di piazza Cinecittà 11 a Roma ospiterà l’iniziativa, all’interno del “Salone dell’Orientamento I – II ciclo” del settimo Municipio.

 

{loadposition eb-motivare} 

 

“L’obiettivo dell’evento – spiega l’assessore Elena De Santis, anche lei insegnante – è quello di offrire alle un primo importante momento di informazione e orientamento, facendo incontrare in un unico contesto le varie tipologie di offerta formativa superiore offerte dal territorio con i potenziali iscritti. Invitiamo, pertanto, i  ragazzi che attualmente frequentano le classi terze della secondaria di primo grado a partecipare, diventando parte attiva attraverso domande da sottoporre a docenti del II ciclo che troveranno suddivisi nei vari stand predisposti per loro, nonché mediante i seminari svolti dal Servizio Scuola del Centro InformaGiovani di Roma Capitale”.

Alla manifestazione del 19 novembre saranno presenti i referenti di gran parte degli istituti di istruzione superiore del territorio, oltre che i centri di IeFP, l’Istruzione e Formazione Professionale, che illustreranno le specificità della loro offerta formativa e a distribuire materiale informativo.

Nella stessa mattinata, dalle 10.00 alle 13.00, si svolgeranno, sempre presso il settimo Municipio romano, nella “Sala Rossa”, tre incontri della durata di un’ora ciascuno: gli esperti di orientamento del servizio InformaGiovani- che sta collaborando con l’Assessorato Scuola per organizzare in forma sperimentale questo primo “Salone municipale dell’Orientamento I – II ciclo” – si soffermeranno sulle caratteristiche del sistema di istruzione del II ciclo ciclo scolastico e forniranno indicazioni e spunti di riflessione utili a facilitare il percorso di scelta e ad utilizzare in modo efficace le informazioni raccolte.

{loadposition eb-pof-triennale}

 

 

{loadposition facebook}