Home Attualità Maturità 2019, documento del 15 maggio: ecco perché è importante

Maturità 2019, documento del 15 maggio: ecco perché è importante

CONDIVIDI

Il nuovo esame di stato 2019 obbliga i consigli di classe e i docenti a elaborare con cura il documento del 15 maggio per dare indicazioni precise alla commissione su contenuti e metodi del percorso didattico.

Quest’anno in particolare il documento ha valenza strategica, perché serve a orientare la commissione nella predisposizione dei materiali per il colloquio.

Esami di Stato 2019: cos’è il documento di classe del 15 maggio

È un documento che esplicita i contenuti, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, i criteri e gli strumenti di valutazione adottati, gli obiettivi raggiunti, nonché ogni altro elemento che lo stesso consiglio di classe ritenga utile e significativo ai fini dello svolgimento dell’esame. (D.lvo 62/2017)

ICOTEA_19_dentro articolo

Il documento del consiglio di classe è soggetto a pubblicità e “deve essere immediatamente pubblicato all’albo dell’istituto”. Per questo motivo, bisogna fare attenzione alle indicazioni fornite dal Garante per la protezione dei dati personali.

Esami di Stato 2019: cosa deve contenere e descrivere

Il documento di classe va strutturato in modo da inserire e descrivere i seguenti elementi:

  • Il percorso formativo che la classe ha svolto, secondo i format utilizzati dalle singole scuole (presentazione e percorso storico, obiettivi trasversali acquisiti, attività curricolari ed extracurricolari, programmi delle discipline, simulazioni e griglie di valutazione).
  • Le attività, i percorsi e i progetti svolti nell’ambito di Cittadinanza e Costituzione, realizzati in coerenza con gli obiettivi del Ptof.
  • Le modalità con le quali l’insegnamento di una disciplina non linguistica (DNL) in lingua straniera è stato attivato con metodologia CLIL.
  • Eventuali atti e certificazioni relativi alle prove effettuate e alle iniziative realizzate durante l’anno in preparazione dell’esame di Stato.
  • Atti e certificazioni relativi ai percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento (ex alternanza scuola lavoro), agli stage e ai tirocini eventualmente effettuati.
  • Iniziative riguardanti la partecipazione studentesca ai sensi del Dpr 249/1998.

Prima dell’elaborazione del testo definitivo del documento, i consigli di classe possono consultare, per eventuali proposte e osservazioni, la componente studentesca e quella dei genitori.

Per le classi articolate e per i corsi destinati a studenti provenienti da più classi, il documento del consiglio di classe è comprensivo della documentazione relativa ai gruppi componenti.

ORDINANZA MIUR

Esami di Stato 2019: perché è importante farlo bene

Col vecchio esame di stato il documento del 15 maggio serviva a orientare la commissione per formulare la terza prova, adesso serve a organizzare il colloquio e a preparare i materiali da mettere nelle famose buste. Va costruito selezionando informazioni mirate e utili al lavoro della commissione per la verifica dei livelli di apprendimento conseguiti dagli studenti.

Che la commissione sia “vincolata” al documento di classe è ribadito in tutta la normativa sul nuovo esame di stato. Lo dice il D.lvo. 62/2017: “La commissione tiene conto di detto documento nell’espletamento dei lavori

Anche il DM 18-1-2019, che stabilisce le modalità di svolgimento del colloquio, sottolinea che “la commissione tiene conto del percorso didattico effettivamente svolto, in coerenza con il documento di ciascun consiglio di classe, al fine di considerare le metodologie adottate, i progetti e le esperienze svolte, sempre nel rispetto delle Indicazioni nazionali e delle Linee guida”.

Lo ripete l’Ordinanza 205/2019: “La commissione tiene conto del documento nell’espletamento dei lavori e nella predisposizione dei materiali per il colloquio, ai sensi dell’articolo 2 del d.m. n. 37 del 2019, nonché nella predisposizione della seconda parte della seconda prova da parte delle commissioni operanti presso gli istituti professionali”.

DOCUMENTO DEL 15 MAGGIO: SCARICA IL PDF

 

ALTRI APPROFONDIMENTI

Maturità 2019, cittadinanza e costituzione: cosa mettere nel documento di classe?
Maturità 2019, percorsi in alternanza: come va fatta la relazione dello studente
Maturità 2019, le competenze sono anche “atteggiamenti”
Maturità 2019, come si valutano le “competenze trasversali” in alternanza?
Maturità 2019, il laborioso processo della valutazione
Maturità 2019, prima prova: le competenze da valutare
Maturità 2019, prima prova: la storia non è scomparsa
Maturità 2019, chi ha l’obbligo di presentare la domanda a commissario esterno

 

Tutto sulla maturità (clicca qui)

GUIDA AI NUOVI ESAMI DI STATO
Dal Documento del 15 Maggio al colloquio
Corso online in modalità webinar

IL DECRETO

GLI ALLEGATI

LEGGI ANCHE

Maturità 2019, prova orale: ecco cosa non ci sarà nelle buste
Maturità 2019, un modello di documento del 15 maggio [PDF]
Maturità 2019, prova orale: buste, materiali e voto: tutte le indicazioni [PDF]
Maturità 2019, all’orale spauracchio buste. Tutte le info
Maturità 2019, dal 27 marzo al 12 aprile le domande per commissari esterni
Maturità 2019, criteri di nomina dei commissari. La nota del Miur
Maturità 2019, la tabella di conversione dai voti ai crediti scolastici
Esami di maturità 2019, ecco chi potrà aspirare al bonus di 5 punti
Esami di maturità 2019, prove Invalsi non valide per ammissione ma si devono fare
Maturità 2019, indicazioni per gli alunni Dsa
Maturità 2019, le indicazioni per gli studenti disabili
Maturità 2019, prove scritte ed orale: tutte le date