Home Attualità Maturità 2020, anche il ragazzo che ha ucciso il padre ha sostenuto...

Maturità 2020, anche il ragazzo che ha ucciso il padre ha sostenuto l’esame di Stato

CONDIVIDI
webaccademia 2020

Alla fine Alex ce l’ha fatta: è riuscito a diplomarsi. Chi è Alex? E’ lo studente di 18 anni dell’istituto alberghiero Arturo Prever di Pinerolo, che ha ucciso lo scorso aprile il padre nel tentativo di difendere la madre.

Alex ha sostenuto l’esame di Stato

Nella mattinata del 22 giugno, il ragazzo agli arresti domiciliari ha sostenuto l’esame di Stato, dopo il grande movimento di solidarietà che si è creato attorno: “Sono molto grato per il sostegno ricevuto e ora mi sento in dovere di ricambiare” ha detto il giovane ringraziando preside, insegnanti e anche il ministero: “La consigliera Azzarà e la ministra dell’Istruzione Azzolina hanno voluto salutarlo direttamente oggi, al telefono, per augurargli ogni bene, dicendogli di non mollare e di continuare a studiare“, ha riferito l’avvocato Claudio Strata.

Il mondo della scuola è stato per me un grande supporto in questo momento difficile“, ha aggiunto il giovane Alex Pompa.

ICOTEA_19_dentro articolo

Il giovane ha discusso la sua tesina sul turismo enogastronomico, riporta La Repubblica, un punto di forza del Piemonte e uno dei settori a cui il ragazzo –  specializzato nell’accoglienza del pubblico – si era molto appassionato. “Dopo l’esame ci siamo intrattenuti con il dirigente Renato Merlone che ha dato un supporto straordinario ad Alex e a tutti i ragazzi“, prosegue l’avvocato Strata.

Ricordiamo che i docenti, il preside e i compagni hanno da sempre sostenuto e incoraggiato Alex e il Ministero, dal canto suo,  si è mosso in questi mesi proprio allo scopo di fare concludere al ragazzo il percorso scolastico.

Adesso però, il giovane Alex dovrà trascorrere la sua estate peggiore: dovrà prepararsi ad affrontare processo che lo vede accusato di omicidio.

 

Preparazione concorso ordinario inglese