Home Personale Maturità 2020, come sarà la prima prova scritta?

Maturità 2020, come sarà la prima prova scritta?

CONDIVIDI
  • Credion

Dopo gli annunci dei giorni scorsi, il Miur ha pubblicato il Decreto Ministeriale n. 1095 del 21 novembre 2019 concernente il Quadro di riferimento per la redazione e lo svolgimento della prima prova scritta dell’esame di Stato conclusivo del secondo ciclo di istruzione per l’a.s. 2019/20.

La prova avrà una durata di 6 ore e prevede tre tipologie:

Icotea
  1. Analisi e interpretazione di un testo letterario italiano
  2. Analisi e produzione di un testo argomentativo
  3. Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità.

Con riferimento agli ambiti artistico, letterario, storico, filosofico, scientifico, tecnologico,
economico, sociale saranno fornite sette tracce: due per la tipologia A, tre per la tipologia B e due per la tipologia C.

Le tracce avranno la seguente struttura:

  • Tipologia A: Analisi e interpretazione di un testo letterario italiano, compreso nel periodo
    che va dall’Unità d’Italia ad oggi.
  • Tipologia B: Analisi e produzione di un testo argomentativo.
  • Tipologia C: Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di
    attualità.

Le tematiche trattate potranno essere collegate, per tutte le 3 tipologie, ai seguenti ambiti:

  • artistico
  • letterario
  • storico
  • filosofico
  • scientifico
  • tecnologico
  • economico
  • sociale

Come già anticipato dal Ministro Fioramonti, per quanto concerne la tipologia B, almeno una delle tre tracce deve riguardare l’ambito storico.

TUTTO SULLA MATURITA’